Milano, 08 settembre 2017   |  

Nava e Rossi: "Il progetto per l'ostello tecnologico continua il suo iter"

Straniero: “Permangono dubbi sulle risorse e sulle finalità dei progetti”

CroppedImage720439-Danele-Nava6

"Con il Protocollo d'intesa firmato il 12 luglio a Varenna, gli Enti sottoscrittori si sono impegnati a definire insieme i contenuti di uno specifico Accordo di programma finalizzato al rilancio dell'area centro orientale del lago di Como, mediante la promozione e la diffusione innovativa dei saperi, della creatività e della cultura". Così ha esordito il sottosegretario alle Riforme istituzionali, Enti locali, Sedi territoriali e Programmazione negoziata, Daniele Nava, rispondendo all'interpellanza presentata da un gruppo consiliare di minoranza sul rilancio dell'area centro-orientale del lago di Como mediante la promozione e diffusione innovativa dei saperi, della creatività e della cultura.

"Quello fatto in quest'area - ha detto Antonio Rossi, assessore allo Sport e alle Politiche per i giovani - stato un lavoro importante a vantaggio di una comunità che ha dimostrato il coraggio e la voglia di lanciare una sfida mondiale e saperla vincere. 'Wikimania', la grande manifestazione che si è tenuta nell'estate del 2016 - ha aggiunto -, ha rappresentato una grande opportunità per questi territori. A tutti i protagonisti di questa sfida va detto grazie perché non si sono fermati al successo del raduno mondiale, ma sono andati avanti progettando un futuro che tenesse insieme la tradizione e il territorio con le innovazioni digitali. Noi siamo con loro, al loro fianco, in maniera coerente e concreta. Non riconoscere questo lavoro non è uno sgarbo nei confronti della Regione, ma di tutti coloro che ci hanno lavorato, le istituzioni locali, le associazioni e i semplici cittadini".

"A ogni modo - ha affermato il sottosegretario Nava -, il progetto tanto contestato dell''ostello tecnologico' seguirà il percorso di valutazione, approfondimento e messa a punto, comune a tutte le progettualità, nell'ambito del Tavolo tecnico sopracitato e, da quanto risulta, l'Amministrazione, ha già avviato una attività di revisione e adeguamento del progetto, sia in termini di strutture necessarie che di costi".

"Per quanto riguarda le risorse - ha aggiunto -, Regione Lombardia ha già stanziato 500.000 nel bilancio 2018, con l'ultima legge di assestamento". "Le ulteriori risorse, stimate in circa 500.000 euro e da definire al termine del lavoro istruttorio di individuazione dei progetti da finanziarsi attraverso il futuro Accordo di programma, saranno stanziate con il bilancio di previsione per il triennio 2018-2020" ha concluso il sottosegretario.

Dubbioso il consigliere regionale del Pd, Raffaele Straniero che aveva posto il tema: “Nell’interrogazione chiedevamo chiarimenti sullo stanziamento delle risorse previste per il progetto indicato dall’accordo di programma e sull’attinenza del protocollo d’intesa con il progetto presentato dal comune di Esino Lario: uno finalizzato allo sviluppo dei saperi e delle tecnologie digitali e l’altro fondamentalmente finalizzato all’acquisizione e alla ristrutturazione di due immobili”

“Le nostre domande - spiega Straniero – hanno ricevuto sì delle risposte, ma permangono dubbi sia sulle effettive risorse messe a disposizione e che al momento trovano copertura di bilancio per soli 500mila euro rispetto al milione che invece era stato annunciato, sia sulla poca inerenza tra i due progetti, ma mi auguro – conclude il consigliere - che questi dubbi possano essere presto risolti”.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

24 Settembre 2008 Taro Aso, 68 anni, è il primo cristiano ad essere eletto primo ministro in Giappone.

Social

newTwitter newYouTube newFB