Lecco, 09 ottobre 2019   |  
Turismo   |  Lecco

Nasce “Amici di Lecco”: 90mila euro per illuminare il Natale

di Stefano Scaccabarozzi

Sedici imprenditori hanno dato vita a un'associazione che intende animare la città.

WhatsApp Image 2019 10 09 at 12.59.18

Anche Lecco avrà la sua Città dei Balocchi. Nasce infatti “Amici di Lecco”, l'associazione di imprenditori che, sulla falsariga di quanto si fa a Como da 25 anni, intende proporre e finanziare una serie di progetti per attrarre turisti e rendere più viva la città.

A dar vita al progetto un gruppo di imprenditori chiamati a raccolta da Antonio Peccati: Eufrasio Anghileri, Andrea Beri, Natale Castagna, Giovanni Cogliati, Luigi Colombo, Maria Grazia Dell'Oro, Mario Invernizzi, Ausilia Irace, Renato Mariani, Arturo Luca Montanelli, Daniele Nava, Alberto Pedretti, Lorenzo Riva, Antonio Tirelli e Paolo Valassi.

Ciascuno si è impegnato a donare 5mila euro all'anno per questo progetto, risorse che insieme alla sponsorizzazione di alcuni commercianti del centro fanno sì che ci siano a disposizione circa 90mila euro per l'evento “Luci su Lecco”.

Da fine novembre all'Epifania, infatti, l'associazione "Amici di Lecco" realizzerà proiezioni natalizie sui palazzi che si affacciano su piazza XX Settembre, oltre a curare le luminarie in Centro e nelle principali vie della città. Si sta inoltre valutando la possibilità di illuminare anche il Campanile.

«Il nostro obiettivo – spiega Peccati, presidente dell'associazione Amici di Lecco – è quello di rendere Lecco più attrattiva, di gettare una nuova luce sulla città. Vogliamo che sia capace di conquistare chi arriva da fuori, ma anche di catturare l'attenzione di chi già ci conosce. Una Lecco più viva, che sa essere punto di riferimento del territorio candidandosi a una vocazione turistica profonda duratura e più consapevole».

L'associazione vuole unire quanti sono interessati a dare una mano alla città per valorizzarne le potenzialità: «Vogliamo essere apartitici e apolitici, personalmente non ho nessuna intenzione di candidarmi, né vuole essere un'iniziativa di marketing o pubblcitaria. Vogliamo proporre idee e progetti per esaltare la bellezza di Lecco, non vogliamo essere considerati solamente come qualcuno a cui chiedere un contributo economico. L'iniziativa natalizia vuole essere una prima proposta per fare qualcosa di concreto, farci conoscere e partire».

Da anni, le iniziative del Comune per Natale sono state criticate da più parti: «Sarà un periodo natalizio – continua Peccati – un po' diverso in cui Lecco sottrarrà un po' di turismo a Como. Sarà bello vedere i bambini guardare con ammirazione le animazioni sui palazzi. E non aver più luminarie un po' accese e un po' no oppure cartoni esposti alle 19 che intralciano il passaggio turisti: dobbiamo dimostrare di essere all'altezza».

L'amministrazione comunale viene chiamata direttamente in causa: «In Comune sono stati avvisati per tempo, speriamo inizino a pensare alla viabilità e ai parcheggi. Serviranno tariffe agevolate per la sosta e magari navette che arrivino in centro. Credo sia una grande occasione anche per il Comune: c'è un'associazione che porta in città tante persone, cosa che all'amministrazione comunale non è mai riuscita. Stiamo creando l'occasione per portare qui 500mila persone, ma Comune deve saperle gestire. Sia perché è proposto a questo compito, sia perché è il miglior modo che ha per collaborare a questa iniziativa: pulizia, ordine, viabilità. È un'occasione che non va sprecata»

Una perfetta gestione sarebbe il miglio investimento turistico: «Se chi arriverà a Lecco troverà gente disponibile e sorridente, parcheggi aperti e non chiusi, tornerà anche in un'altra occasione per gustare una passeggiata, il lungolago, la città e tutte le nostre bellezze. Poi approcceranno Grignetta, Resineli, Erna, la Valsassina».

A far parte dell'associazione imprenditori e professionisti provenienti dai più diversi settori: «Partiamo in 16, imprenditori e imprenditrici che amano Lecco, ma siamo aperti a quanti vogliano contribuire. Non ho fatto fatica - sottolinea Peccati - a trovare questi 16 amici, tra cui ci sono anche non lecchesi, stavano aspettando solo l'occasione di restituire alla città una parte di quanto avuto, tutti animati dalla voglia di fare, di vedere la città rivivere. Ammetto di aver ricevuto anche qualche no, ma non ho insistito perché deve essere una cosa che viene dal cuore. Più l'associazione si ingrandirà e più cose potremo fare per Lecco».

Dell'associazione fa parte anche Andrea Beri: «Quando si ama una città, non bastano le idee ma va concretizzato questo amore nei fatti. Questa associazione vuole essere un punto di leva per realizzare tanti progetti, per riportare alla luce l'importanza che Lecco ha nel mondo ma che non viene espressa. Dobbiamo ritornare ad amare la nostra città come merita»

Dello stesso avviso Ausilia Irace: «Noi aspettavamo la scintilla per fare qualcosa per Lecco. Io ho girato tanto, ma la nostra è una delle città più bella in assoluto. Vorremmo che altri la vedessero con i nostri occhi: io mi emozione quando passeggio in piazza XX Settembre o passo dal lungolago dopo una nevicata»

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

19 Ottobre 2003 a Roma, in piazza San Pietro viene beatificata Madre Teresa di Calcutta.

Social

newTwitter newYouTube newFB