Lecco, 24 dicembre 2016   |  

L'augurio di Mons. Franco Cecchin: un Natale di pace vera

di Franco Cecchin

Il mondo di oggi ha bisogno di uomini e di donne di "buona volontà", che vogliono il bene senza clamore e nella continuità della vita quotidiana.

franco cecchin

In questo Natale 2016 desideriamo fortemente rendere nuovo ed efficace l'annuncio degli angeli: "Pace in terra agli uomini che Dio ama, agli uomini di buona volontà". Una pace semplice e profonda che rasserena le persone, unisce famiglie e riconcilia i popoli.

La pace del Natale è da accogliere come dono da quel Bambino che è nato a Betlemme. Dio viene nella piccolezza di un Bambino perché noi possiamo sentirci "amati" da lui senza sentirci schiacciati.
E quando la pace di Dio scende nel nostro cuore ci è facile donarla e irradiarla intorno a noi. I nostri gesti assumono la semplicità della concretezza: accoglienza, perdono, condivisione, impegno e delicatezza.

Il mondo di oggi ha bisogno di uomini e di donne di "buona volontà", che vogliono il bene senza clamore e nella continuità della vita quotidiana. Celebrare il Natale ogni giorno significa proprio credere alla forza dell’amore.

Buon Natale e buon Anno a tutti e a ciascuno dei lettori di Resegoneonline, nel nome di quel Nato a Betlemme

mons. Franco Cecchin
e il presbiterio
della Comunità pastorale

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

24 Luglio 1943 seduta segreta del Gran Consiglio del Fascismo in cui viene discusso l'Ordine del giorno Grandi che porta alle dimissioni di Benito Mussolini

Social

newTwitter newYouTube newFB