Lecco, 24 dicembre 2016   |  

L'augurio di Mons. Franco Cecchin: un Natale di pace vera

di Franco Cecchin

Il mondo di oggi ha bisogno di uomini e di donne di "buona volontà", che vogliono il bene senza clamore e nella continuità della vita quotidiana.

franco cecchin

In questo Natale 2016 desideriamo fortemente rendere nuovo ed efficace l'annuncio degli angeli: "Pace in terra agli uomini che Dio ama, agli uomini di buona volontà". Una pace semplice e profonda che rasserena le persone, unisce famiglie e riconcilia i popoli.

La pace del Natale è da accogliere come dono da quel Bambino che è nato a Betlemme. Dio viene nella piccolezza di un Bambino perché noi possiamo sentirci "amati" da lui senza sentirci schiacciati.
E quando la pace di Dio scende nel nostro cuore ci è facile donarla e irradiarla intorno a noi. I nostri gesti assumono la semplicità della concretezza: accoglienza, perdono, condivisione, impegno e delicatezza.

Il mondo di oggi ha bisogno di uomini e di donne di "buona volontà", che vogliono il bene senza clamore e nella continuità della vita quotidiana. Celebrare il Natale ogni giorno significa proprio credere alla forza dell’amore.

Buon Natale e buon Anno a tutti e a ciascuno dei lettori di Resegoneonline, nel nome di quel Nato a Betlemme

mons. Franco Cecchin
e il presbiterio
della Comunità pastorale

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

24 Settembre 2008 Taro Aso, 68 anni, è il primo cristiano ad essere eletto primo ministro in Giappone.

Social

newTwitter newYouTube newFB