Imbersago, 09 maggio 2018   |  

Delpini a Madonna del Bosco: siate semi della nuova cristianità

di Mario Stojanovic

L'Arcivescovo di Milano al Santuario Mariano: San Paolo diceva che ascoltando Cristo e lo Spirito apparterremo alla nuova umanità.

WhatsApp Image 2018 05 09 at 16.45.42

È iniziato al Santuario Mariano della Madonna del Bosco a Imbersago, il pomeriggio lecchese dell'Arcivescovo di Milano, mons. Mario Delpini. Una giornata in cui Delpini farà tappa anche a Maggianico per la benedizione del restaurato Polittico di Luini e poi a Chiuso per la celebrazione eucaristica in onore del Beato Serafino.

Questo pomeriggio nella chiesa del Santuario Mariano, l'Arcivescovo ha presieduto alla concelebrazione eucaristica, a conclusione delle celebrazioni per il quarto centenario dell'apparizione e del miracolo avvenuto il 9 Maggio 1617.

Ancora prima dell'arrivo dell'Arcivescovo la chiesa era stracolma di fedeli così come il piazzale antistante. Mons. Delpini è stato ricevuto dal primo cittadino di Imbersago Giovanni Ghislandi, e dalle autorità militari.

Durante l'omelia Delpini ha spiegato: "La Storia, nel corso dei secoli, ci ha dimostrato come nell'uomo e nella donna ci sia qualcosa che non va. Vi è la necessità dunque di costruire un uomo e una donna nuovi. Qualcuno allora ha pensato di costruire un super uomo, colui che non ha bisogno di Dio. Altri sostengono che l'uomo nuovo debba liberarsi dell'amore e godere della vita e dei piaceri. Ma tutti questi progetti hanno riempito il mondo di macerie e di guerre".

"Come fa allora - continua Delpini - Dio a far nascere l'uomo nuovo? San Paolo diceva che ascoltando Cristo e lo Spirito apparterremo alla nuova umanità. Siamo qui davanti Maira per diventare uomini nuovi. Dobbiamo allora essere attratti da una speranza nuova, una speranza con cui affrontare i problemi della vita, dobbiamo essere rinnovati dalla Pasqua. La società odierna ci insegna che non c'è niente di male nel peccare. L'uomo nuovo è liberato dal peccato. Maria era la donna più libera. Invece l'uomo nuovo è fratello e sorella con l'umanità nuova: ci perdoniamo gli uni e gli altri. L'uomo nuovo è preseverante nella preghiera, quotidianamente. Così ogni giorno ci si rinnova, come semi della nuova cristianità".

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

26 Maggio 1986 la Comunità Europea adotta la bandiera europea

Social

newTwitter newYouTube newFB