Lecco, 10 agosto 2019   |  

Missione piemontese per il Soccorso Alpino Lombardo

Le Delegazioni di Soccorso Speleologico di PPiemonte, Toscana, Liguria, Veneto, Lombardia e Friuli Venezia Giulia. oltre alla Commissione nazionale Disostruzione e alla Commissione Medica con la Delegazione di Soccorso AlpinoCNSAS di Mondovì hanno portato in salvo lo speleologo francese incastrato a -300 metri di profondità nella grotta Fiat Lux sul Massiccio Marguareis nel Comune di Briga Alta

Cuneo

La IX Delegazione speleologica lombarda ha partecipato alle operazioni di soccorso per il salvataggio di uno speleologo francese in Piemonte (Grotta Fiat Lux, sul massiccio del Marguareis), terminato nella serata di oggi, venerdì 9 Agosto.

Nell’immediato, ieri dalla Lombardia sono arrivati sul posto i disostruttori, addestrati e autorizzati per intervenire su punti molto stretti con materiale esplosivo. A supporto, altri due tecnici, sempre della IX Delegazione, provenienti da diverse province della regione. Come spesso accade, le delegazioni confinanti sono le prime a intervenire: gli interventi di soccorso speleologico sono di norma complessi e possono durare più giorni.

Lo speleologo era bloccato da ieri a 300 metri di profondità, sempre assistito e monitorato da un medico del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico. L’uomo è sempre stato cosciente e collaborativo, anche se molto provato. L’intervento ha impegnato circa 60 persone tra tecnici e sanitari provenienti da Piemonte, Toscana, Liguria, Veneto, Lombardia e Friuli Venezia Giulia.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

19 Agosto 1419 posa della prima pietra dello Spedale degli Innocenti a Firenze, ritenuto il primo edificio rinascimentale mai costruito

Social

newTwitter newYouTube newFB