Milano, 18 luglio 2020   |  

Milano, stazione Centrale arrestata altra borseggiatrice bosniaca

In un anno nel capoluogo meneghino già 40 bosniache fermate o arrestate per borseggi.

milanoentrata

Gli agenti della Polfer hanno arrestato  nel corso di un servizio antiborseggio, ennesima cittadina della Bosnia ed Erzegovina responsabile di furto aggravato all’interno della Stazione Centrale di Milano. E' quanto riportato da Riccardo De Corato, assessore regionale alla Sicurezza, Polizia locale e Immigrazione, per l’arresto di una borseggiatrice bosniaca nello scalo ferroviario di Piazza Duca D’Aosta a Milano.

«In un anno, da Luglio 2019 a oggi, sono almeno 40 le borseggiatrici bosniache, una decina delle quali incinte, finite in manette per furti o perché con condanne da scontare, come, ad esempio, la 40enne arrestata in Centrale a fine giugno sulla quale pendeva una condanna a 24 anni di carcere. È un continuo vengono arrestate e rilasciate subito e, se finiscono in carcere per poche ore o giorni, una volta riacquistata la libertà tornano a ‘lavorare’ principalmente nelle stazioni, in particolar modo in Centrale, o sui mezzi, soprattutto in metropolitana. Quasi tutte, persino le più giovani, hanno già precedenti specifici». continua l'assessore «Per questo motivo, essendo cittadine extracomunitarie, servirebbe un censimento dei campi nomadi che porti ad individuare quante e quanti hanno già precedenti penali in modo da espellerli dall’Italia e rimpatriarli. Proprio come fatto recentemente dal Questore di Mantova con uno spacciatore albanese. Servono la certezza della pena e misure più severe. Non è pensabile,  conclude De Corato, che la Polfer e le Forze dell’Ordine,  debbano continuare ad arrestare, con ogni probabilità, sempre le stesse persone, per poi trovarsele di nuovo di fronte qualche giorno dopo».

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

26 Novembre 2010 la Lombardia conclude le operazioni di passaggio al digitale terrestre insieme al Piemonte orientale. Per l'occasione, vengono lanciati due nuovi canali disponibili esclusivamente sulla nuova piattaforma televisiva, ovvero Rai 5 e Mediaset Extra

Social

newTwitter newYouTube newFB