Lecco, 10 settembre 2017   |  

Milano: il "Time Out" di Giancarlo Vitali

di Paola Mormina

Prima grande antologica dedicata ad un maestro del Novecento italiano, Giancarlo Vitali, nativo di Bellano, dal 5 luglio al 24 settembre 2017 a Milano

ritratto di Testori

Ritratto di Testori

C’è ancora qualche giorno di tempo per visitare l’ampia retrospettiva dedicata al maestro Vitali a Milano, un progetto che si snoda su quattro diverse sedi espositive curato da Velasco Vitali, figlio di Giancarlo e artista egli stesso: Palazzo Reale, Castello Sforzesco, Museo di Storia Naturale e Casa del Manzoni. Nato a Bellano (Como) nel 1929 e figlio di una famiglia di pescatori, inizia a dipingere a soli quindici anni perché convinto fosse l’unica cosa che sapesse fare, e anche il carattere schivo e insicuro che in lui prevale troverà immediato conforto in quel vano intimo e solitario che è la pittura.

A diciotto anni in occasione della Biennale di Arte Sacra riuscì ad esporre una sua opera all’Angelicum di Milano, e soltanto due anni più tardi alla stessa esposizione due sue tele ottennero anche il plauso di Carlo Carrà, successo che gli valse anche la proposta di una borsa di studio per frequentare la prestigiosa Accademia di Brera. Siamo alla fine degli anni quaranta e il giovane artista vuole soltanto dipingere, ma quella gioia si tramutò in lui immediatamente in profonda delusione, poiché la famiglia non possedeva i mezzi necessari per mantenerlo agli studi. Ma il giovane Giancarlo non si scoraggerà tanto facilmente dinanzi a quell’occasione mancata, e nonostante la frustrazione si decise a dipingere lo stesso senza scuola, tutto da solo, facendo soltanto appello al suo talento e a quel dono che sentiva di possedere tanto più forte della sconfitta.

L’antologica allestita a Palazzo Reale con oltre 200 opere abbraccia tutta la sua carriera pittorica, fluente soprattutto dopo un importante incontro con uno dei critici d’arte più attenti, Giovanni Testori. Correva l’anno 1983, e il critico è realmente sbalordito dalla sapienza tecnica e dalla potenza evocativa di quei lavori. A lui sono dedicate infatti diverse tele, in particolare uno splendido ed intenso ritratto del 1986, dove al suo collo pende una sciarpa rosso vivo, simbolo della sua marcata vitalità e delle le sue forti passioni. Poco tempo dopo sarà proprio Testori a ricambiare il favore con un prezioso dono letterario; dedica infatti una raccolta di poesie intitolata “Trittico del Toro” ad alcune sue tele raffiguranti dei tori squartati eseguiti con grande realismo e crudezza al punto tale da evocare corpi umani squarciati, dilaniati; forse a denuncia della brutalità della vita che non si arresta neppure dinanzi alla pietà, oppure semplicemente manifestazione della volontà di dipingere una realtà quotidiana davanti alla quale si tende spesso a girare il volto per minimizzare.

Giancarlo Vitali per settant’anni ha avuto come unico fine e scopo quello di dipingere, e proprio “ultimo pittore” viene infatti definito dalla critica. La sua opera è ricchissima e comprende dipinti, disegni e incisioni, tutte visibili in questo excursus di eccezionale bellezza, un viaggio che attraversa il cuore e l’anima di un’artista che ancora oggi, ad 87 anni, lavora incessantemente nello studio della sua abitazione ottocentesca sul lungolago.

Orari e ingressi della mostra Giancarlo Vitali. Time Out a Milano:

Palazzo Reale: ingresso libero. Orari: lunedì dalle 14.30 alle 19.30; martedì, mercoledì, venerdì e domenica dalle 9.30 alle 19.30; giovedì e sabato dalle 9.30 alle 22.30 (ultimo ingresso un'ora prima della chiusura).

Castello Sforzesco: ingresso libero. Orari: martedì-domenica dalle 9 alle 17.30 (ultimo ingresso 17).

Museo di Storia Naturale: ingresso libero. Orari: martedì-domenica dalle 9 alle 17.30 (ultimo ingresso 17).

Casa del Manzoni: ingresso 5 euro. Orari: martedì-venerdì dalle 10 alle 18; sabato dalle 14 alle 18 (ultimo ingresso 17).

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

20 Novembre 1945 inizia il processo di Norimberga contro 24 criminali di guerra nazisti della seconda guerra mondiale

Social

newTwitter newYouTube newFB