Milano , 10 maggio 2019   |  

Milano festeggia il 158° anniversario di costituzione dell'Esercito

di Donatella Salambat

Alla cerimonia presenti tra gli altri, il Prefetto, il Comandante d'Armata italiano di Reazione Rapida della Nato, generale di Corpo d'Armata, Roberto Perretti e il Comandante del Comando Militare Esercito di Lombardia, generale di Brigata Michele Cittadella.

IMG 20190509 180458889

Fanfara Alpina Julia

Sono trascorsi 158 anni dalla sua costituzione e l'esercito è impegnato in operazioni di tutela a 360 gradi svolgendo attività di salvaguardia nella sicurezza internazionale in Paesi come il Libano, Kosovo, Niger, Libia. Con i propri uomini e donne rappresenta un simbolo di stabilità in quelle aree martoriate. Sul nostro territorio i militari sono impegnati in molte città con l'operazione “Strade sicure” che quest'anno ha raggiunto l'undicesimo anno di vita. Il loro compito è di supportare le forze dell'ordine in pattugliamenti nelle principali arre metropolitane e di vigilare su obiettivi ritenuti sensibili.

Nel Paese sono state intraprese una serie di iniziative celebrative e tra queste si inserisce la cerimonia che si è svolta a Palazzo Cusani, giovedì 9 Maggio, alla presenza del Comandante d'Armata italiano di Reazione Rapida della Nato, generale di Corpo d'Armata, Roberto Perretti, del Comandante del Comando Militare Esercito di Lombardia, generale di Brigata Michele Cittadella, del prefetto di Milano, Renato Saccone, del questore di Milano, Sergio Bracco e dell'assessore alla Sicurezza e Immigrazione di Regione Lombardia, Roberto De Corato. Presente all'evento anche la Fanfara Alpina Julia che ha intrattenuto gli ospiti con alcuni brani del suo repertorio tradizionale.

Oggi l'Esercito – che opererà sempre per la difesa e la sicurezza del Paese – è composto da militari con un'alta preparazione tecnica (compresa la conoscenza di diverse lingue) che permette di intervenire tempestivamente anche in situazioni complesse e di emergenza.

Si tratta di un corpo formato da uomini e donne che impiegano il loro tempo sia in operazioni di sicurezza internazionale sia d'intervento in caso di calamità naturali.

Nel corso della cerimonia un pensiero è stato rivolto anche agli uomini e alle donne che hanno sacrificato la loro vita nel compimento del loro dovere e sono stati consegnati tre encomi ai militari che si sono distinti nel corso del 2018.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

26 Maggio 1986 la Comunità Europea adotta la bandiera europea

Social

newTwitter newYouTube newFB