Milano, 22 giugno 2019   |  

Metropolitana fino a Monza: Regione investe 283 milioni di euro

Altri 600 pronti per completare la Pedemontana lombarda.

Milano metropolitana Villa San Giovanni

"Le infrastrutture per Regione Lombardia sono una priorita' perche' imprese e cittadini hanno bisogno di una mobilita' piu' snella e rapida per decongestionare il traffico e rendere piu' accessibili e veloci tutti gli spostamenti. Abbiamo autorizzato gli investimenti di 600 milioni di euro per Pedemontana Lombarda e 283 milioni per il prolungamento della Metropolitana fino a Monza. Un chiaro segnale di come Regione voglia insistere per la realizzazione di opere fondamentali per il tessuto economico e, nel caso della metro fino a Monza, anche per i pendolari che vivono a Monza e lavorano a Milano". Lo ha detto il vicepresidente di Regione Lombardia Fabrizio Sala commentando l'approvazione, da parte della Giunta Regionale, dell'assestamento di bilancio 2019-2021.

"La Pedemontana - ha aggiunto il vicepresidente Sala - e' fondamentale per le nostre imprese e sembra che le criticita' siano ormai superate. Lasciarla coi' sarebbe di nessuna utilita'. Completarla significa consentire agli utenti e agli imprenditori di avere un collegamento fondamentale che attraversa tre province della Lombardia".

Per quanto riguarda il prolungamento della Metropolitana da Milano a Monza, il vicepresidente Sala ha rimarcato la necessita' di investire in collegamenti che portano benefici a pendolari e viaggiatori, senza contare la possibile diminuzione del traffico automobilistico da Milano a Monza e viceversa.

"Regione Lombardia ha inserito tra le priorita' di investimenti nella provincia di Monza e Brianza il prolungamento della Metropolitana - ha detto ancora Fabrizio Sala - perche' riteniamo che questo collegamento possa portare benefici a Monza, anche a livello turistico, con la fermata al Parco e Villa Reale, oltre a quelle di servizio all'Ospedale San Gerardo e al Polo istituzionale. In piu' permetterebbe ai pendolari un collegamento piu' rapido da e verso Milano - ha concluso il vicepresidente - con un possibile decongestionamento del traffico automobilistico, ormai al collasso".

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

13 Dicembre 1294 papa Celestino V abdica, compiendo il dantesco Gran Rifiuto

Social

newTwitter newYouTube newFB