Lecco, 05 agosto 2017   |  

Meteo: temporali previsti per domenica, poi caldo meno intenso

Francesco Nucera di 3bmeteo.com: “Primi segnali di cedimento dell'anticiclone africano. In settimana graduale ritorno ad un'estate più normale a partire dalle regioni settentrionali”

evoluzione attesa per domenica 3bmeteo 79086

“Nel corso del week-end l'anticiclone africano che ha arroventato per un' intera settimana tutta l'Italia comincia a mostrare i primi segnali di cedimento; bisognerà aspettare però la seconda parte della prossima settimana prima che il grande caldo possa via via abbandonare la Penisola a partire dal Nord Italia”. A dirlo è il meteorologo di 3bmeteo.com Francesco Nucera che aggiunge - “Si tratta di un'ondata di caldo eccezionale con molti record battuti su diverse delle nostre regioni”

DOMENICA PRIMI TEMPORALI AL NORD, CALDO INTENSO ALTROVE - Domenica il bordo settentrionale dell'anticiclone si indebolirà; la coda di una perturbazione porterà così dei temporali al Nord che dalle Alpi si estenderanno anche alla Valpadana specie centro orientale. Non sono da escludersi dei fenomeni anche di forte intensità. Le temperature sulle Regioni settentrionali subiranno un primo lieve calo. Sul resto d'Italia situazione invariata con clima ancora molto caldo e picchi ancora di 40°C seppur meno diffusi rispetto ai giorni precedenti.

CALDO AFRICANO IN ATTENUAZIONE DA GIOVEDI' - Nel corso della prossima settimana ci sarà un graduale ritorno alla normalità estiva ma non prima di giovedì; fino ad allora il grande caldo continuerà ad interessare la Penisola ma in particolare le regioni del Centro e sopratutto del Sud dove insisterà fino a venerdì. Al Nord invece una seconda perturbazione in arrivo martedì aprirà la strada a dell'aria relativamente più fresca di estendersi poi a tutta la Penisola entro il fine settimana del 12-13 Agosto. L'ondata di caldo anomala potrà così dirsi conclusa”– concludono da 3bmeteo.com

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

20 Agosto 1968 duecentomila soldati del Patto di Varsavia e 5.000 carri armati, invadono la Cecoslovacchia per porre fine alla Primavera di Praga

Social

newTwitter newYouTube newFB