Milano , 05 febbraio 2018   |  

Maroni: firmeremo presto l'accordo per l'autonomia

Alla stretta finale il lavoro svolto dai tre Presidenti di Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna con lo Stato per il trasferimento di alcune competenze come previsto dall'art. 116 della Costituzione.

Giunta Regione

E' un Maroni sereno quello che si è presentato questa mattina, lunedì 5 Febbraio, in sala stampa all'11° piano di Palazzo Lombardia. Venerdì scorso ha ricevuto dal sottosegretario Bressa la bozza del documento per l'autonomia della Regione Lombardia. Maroni si è detto fiducioso di riuscire a portare a termine entro la fine del mese il documento che consentirà di trasferire dallo Stato le competenze (quattordici aree) necessarie a rendere la Regione sempre più autonoma.

Dopo la firma che sarà apposta congiuntamente dal presidente del Consiglio Gentiloni e dallo stesso governatore Maroni si aprirà la stagione che vedrà impegnati sia il nuovo Governo centrale sia quello Regionale per attuare i principi contenuti nel documento approvato.

Difficile fare previsioni sull'ammontare delle risorse di cui potrà godere Regione Lombardia (e con essa Veneto ed Emilia-Romagna, le altre due Regioni con le quali lo Stato sta trattando l'autonomia), ma, come hanno ammesso lo stesso Maroni e l'assessore Garavaglia che lo ha sostenuto nella trattativa con Roma, si tratta di “ingenti” somme strettamente connesse a diversi parametri come Pil (Prodotto interno lordo), raccolta erariale, costi standard ecc.

Il nuovo Governo regionale, se non accadranno imboscate all'iter dell'autonomia potrà certamente contare su risorse ben al di là delle attuali che ammontano a circa 23 mld di euro.

L'assessore Beccalossi dal canto suo, intervenuta alla conferenza stampa, ha mostrato grande soddisfazione per i frutti che la legge in materia di prevenzione e contrasto al gioco d'azzardo ha dato. La recente convenzione tra la Regione e gli uffici scolastici provinciali consente ad operatori specializzati di entrare nelle scuole per certificare i danni del gioco d'azzardo.
Da qui l'accellerazione del contrasto alle dipendenze patologiche (ludopatie) sensibilmente diminuite anche nella provincia di Pavia considerata la maglia nera del gioco d'azzardo. (a.com)

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

16 Luglio 1945 Gli Stati Uniti d'America, con il Progetto Manhattan, fanno esplodere nel deserto del Nuovo Messico la prima bomba atomica

Social

newTwitter newYouTube newFB