Lecco, 02 maggio 2018   |  

"Maria di Nazareth non era con le altre donne alla tomba"

Don Paolo Ventura: Buon mese di maggio con la raccomandazione di pregare il S. Rosario nelle nostre comunità e soprattutto in famiglia

don paolo ventura

C’è un episodio che manca nei Misteri del Rosario e che riguarda proprio Maria, nel momento della Resurrezione di Gesù. Perché Maria, la Madre di Gesù, non c’era al sepolcro, insieme alle altre donne, a piangere per la morte di suo figlio? Perché non è andata con Pietro e Giovanni, quando ha saputo da altri che la tomba era vuota e il corpo non si trovava?

Perché? ce lo siamo mai chiesto? E’ una assenza che colpisce se ci pensiamo ...

Maria di Nazareth è davvero singolare, nella sua fede e nel suo amore per Gesù e per la sua Parola.

E’ sempre al posto giusto e al momento giusto, e non fa tanto rumore nei Vangeli, non fa parlare molto di sé. Eppure noi possiamo contemplare in Lei una vera perfezione, opera certamente dello Spirito Santo, che da sempre l’ha plasmata.

Maria di Nazareth non era con le altre donne alla tomba. E non perché la madre di Gesù fosse abbattuta dalla disperazione o schiacciata dal dolore.

Non perché stesse riposando chissà dove, o perché impegnata in qualche opera di bene. Maria non segue le donne e nemmeno i discepoli Pietro e Giovanni perché Ella ... lo sapeva: sì, Ella sapeva che Gesù sarebbe Risorto, lo credeva in cuor suo, non si meraviglia per niente quando tutti gli altri racconteranno l'accaduto! Maria lo sapeva già, perché ha sempre creduto!

Maria di Nazareth al sepolcro non c’è. E’ bello pensare che abbia passato “in veglia e in preghiera” il tempo che era stato indicato, in attesa del momento in cui Gesù avrebbe adempiuto la sua promessa: “... e dopo tre giorni risorgerò!”.

Maria, la Madre di Gesù, non va al sepolcro, perché ha la certezza che lì non vi troverà suo figlio: Maria lo sapeva... Maria ha creduto nell’adempimento della Parola del suo Figlio: Lui aveva detto che il terzo giorno sarebbe risuscitato, e Lei gli ha creduto! La Resurrezione è per chi nell’amore si perde. E dell’amore si fida!

Buon mese di maggio con la raccomandazione di pregare il S. Rosario nelle nostre comunità e soprattutto in famiglia, dove, ahi noi, il S. Rosario come le preghiere del cristiano sembrano non trovare più cittadinanza. Prova ne sono i nostri bambini e i nostri ragazzi che frequentano la catechesi, ai quali occorre proporre l'ABC della fede, a partire dal segno della Croce!!!

 

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

18 Agosto 1807 viene inaugurata l'Arena Civica di Milano

Social

newTwitter newYouTube newFB