Margno, 10 novembre 2018   |  

Margno rende omaggio al campione del mondo Matteo Grattarola

Intanto il primo cittadino pensa a una prova del campionato italiano Indoor in paese.

Festa Grattarola Sindaci della Valsassina

Una grande festa quella andata in scena a Margno, per la vittoria del titolo mondiale trial conquistato da Matteo Grattarola nella categoria Trial 2.

Oltre al sindaco di Margno Giuseppe Malugani, presenti anche molti sindaci dei comuni della Valle che non hanno voluto mancare all’appuntamento in Municipio, da Crandola, Casargo, Taceno, Cortenova, Premana, Barzio, Introbio.

Presenti anche i vertici della Polizia, con il Questore di Lecco Filippo Guglielmino e il dirigente della Stradale Mauro Livolsi, mentre per il Gruppo Sportivo Fiamme Oro era presente Massimo Bentivegna. Per l’Arma dei Carabinieri era in sala Luigi Taricco della caserma di Casargo. Attraverso l'onorevole Ferrari è giunto anche il saluto del Ministro dell’Interno Matteo Salvini.

Anche il Coni di Lecco ha preso parte alla cerimonia e, per mano di Sandro Bonacina, ha consegnato una targa per i risultati ottenuti dal trialista in questo 2018: il titolo mondiale Trial 2, il campionato Europeo Top, il titolo tricolore Assoluto e quello Indoor (su ostacoli artificiali).

"Ringrazio tutti - ha sottolineato Matteo Grattarola un po’ emozionato davanti ad amici e autorità - sono felice di questi risultati, ma statene certi che ci riproverò anche l’anno prossimo a scalare il tetto del mondo, anche se non sarà affatto facile perché tutti mi guarderanno a vista essendo il punto di riferimento della categoria Trial2".

Intanto sembra che il comune di Margno, per bocca del suo primo cittadino sia seriamente intenzionato a richiedere tramite un moto club alla Federazione Motociclistica Italiana, una prova del campionato italiano Indoor in paese  nella prossima estate. "Grattarola - ha sottolineato Malugani - non deve girare il mondo intero per correre, e una gara a casa sua ci può stare sicuramente".

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

17 Dicembre 1860 la Camera dei Deputati del Regno di Sardegna viene sciolta per consentire l'elezione del primo Parlamento italiano.

Social

newTwitter newYouTube newFB