Lecco, 10 maggio 2019   |  

Manifestazione nazionale del lavoro agricolo e degli addetti dell’industria alimentare

Un’occasione per lanciare la nuova piattaforma con la richiesta forte di aumentare i salari dei lavoratori e rinnovare i contratti nazionali fermi da anni

radicilavoro

Una grande manifestazione unitaria a Roma, sabato 11 maggio, di Flai Cgil, Fai Cisl e Uila Uil per accendere i riflettori sul lavoro agricolo e dell’industria alimentare. Un’occasione per lanciare la nuova piattaforma con la richiesta forte di aumentare i salari dei lavoratori e rinnovare i contratti nazionali fermi da anni per alcune categorie (per gli operai forestali da sette, per gli allevatori addirittura da dieci). E per protestare per la mancanza di ammortizzatori sociali per i lavoratori della pesca e per chiedere l’applicazione della legge 199 per combattere il caporalato.

La manifestazione “Le radici del lavoro” si colloca nell’ambito delle iniziative di Cgil, Cisl e Uil promosse a partire dal 9 febbraio. Si svolgerà a Roma, in piazza della Bocca della Verità, con la partecipazione del segretario generale della Cgil Maurizio Landini e dei segretari generali aggiunti di Cisl Luigi Sbarra e Uil Pierpaolo Bombardieri.

Anche da Lecco partirà una delegazione della Flai Cgil. “Si tratta di una manifestazione importante per combattere la piaga del caporalato, diffusa anche nel nostro territorio – afferma il segretario organizzativo della categoria lecchese Massimo Sala –. Scendiamo in piazza per tutelare i diritti dei lavoratori del settore, questione su cui incentrata la nuova piattaforma per il rinnovo dei contratti nazionali ancora fermi”.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

26 Maggio 1986 la Comunità Europea adotta la bandiera europea

Social

newTwitter newYouTube newFB