Lecco, 27 luglio 2018   |  

Manifestazione e firme a difesa dell'olmo di piazza Sassi

di Mario Stojanovic

Chiesto anche un incontro tra Comune e Comitato AlberiAmo Lecco per formulare proposte alternative.

WhatsApp Image 2018 07 27 at 16.57.20

Una raccolta firme per chiedere al Comune di Lecco di non abbattere tutti gli alberi presenti in piazza Sassi e di trovare una soluzione che soddisfi le giuste esigenze di razionalizzare il parcheggio auto, moto e ciclo a servizio della stazione e contestualmente accolga l'esigenza di conservare quanti più alberi possibili.

Per questa ragione viene chiesto anche un incontro tra Comune e Comitato AlberiAmo Lecco per formulare proposte alternative.

Questa la risposta data da un gruppo di cittadini, guidati dall'agronomo ed ex consigliere comunale Giorgio Buizza, all'ipotesi di abbattimento dell'olmo secolare presente in piazza Sassi.

"Sembrerebbe che né l'amministrazione comunale, né il comittente , né il progettista abbiano valutato il valore degli alberi esistenti e che si vorrebbe buttare via. Ci si domanda se il Comune può permettersi di buttare nei rifiuti una parte vitale del patrimonio senza che nessuno sollevi obiezioni. Al valore degli alberi va aggiunto il costo di abbattimento, smaltimento, ceppaie comprese".

Il progetto del Comune prevede una razionalizzazione dell’accesso, dell’uscita dei veicoli e della disposizione degli stalli di sosta, in un’area nodale della città, nelle immediate vicinanze della sede comunale e della stazione ferroviaria, il rifacimento della pavimentazione e la realizzazione di percorsi dedicati ai pedoni in transito che ne consentano la sicurezza. L’automazione del parcheggio concorrerà infine a una migliore efficienza nella gestione.

"Aumentiamo i posti auto, mantenendo gli stalli riservati ai diversamente abili, aumentiamo i posti moto, che saranno gratuiti, così come gli spazi riservati alle biciclette, ripiantumiamo, aumentando il numero di piante, e rifacciamo la pavimentazione, adeguandola a standard di sicurezza necessari agli automobilisti e ai pedoni in transito" aveva sottolineato Lineelecco.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

13 Dicembre 1294 papa Celestino V abdica, compiendo il dantesco Gran Rifiuto

Social

newTwitter newYouTube newFB