Lecco, 04 gennaio 2017   |  

Maggianico: all'asta un lavatoio e un terreno del Comune

Si tratta di un'ex strada comunale che fiancheggia villa Ponchielli e collegava corso Emanuele Filiberto con le aree a valle e di un lavatoio sito in via Rossini.

1701 asta lavatoio

Sempre a fronte del piano triennale delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari approvato lo scorso anno dal Consiglio Comunale lecchese, il Comune di Lecco ha pubblicato, alla fine del mese di dicembre, due avvisi di asta pubblica, volti all'alienazione di altrettanti beni di sua proprietà siti nel quartiere di Maggianico

Si tratta di un'ex strada comunale che fiancheggia villa Ponchielli e collegava corso Emanuele Filiberto con le aree a valle e di un lavatoio sito in via Rossini.

L'ex strada, di larghezza variabile e lunghezza di circa 140 metri, consta di una superficie complessiva di 220 MQ circa e il prezzo posto a base d'asta è pari è 26.500 euro. Il fabbricato che ospita il lavatoio sito in via Rossini ha una superficie interna di circa 40 MQ e un prezzo a base d'asta di 13.750 euro.

"Stiamo ultimando le alienazioni previste. Nelle prossime settimane contiamo di mettere a gara anche un lavatoio sito nel rione di Rancio e di iniziare gli iter per le alienazioni 2017 inserite nel piano triennale - spiega l'assessore al patrimonio Corrado Valsecchi -. Colgo l'occasione per ricordare anche le possibilità offerte dal regolamento per la collaborazione tra cittadini attivi e amministrazione e per sollecitare ancora una volta le associazioni e i privati cittadini a manifestare l'interesse a occuparsi della cura, del recupero e della gestione di beni e servizi comunali, per valorizzare e rendere più bella la nostra città".

Le offerte volte all'aggiudicazione e all'acquisto dei due beni di proprietà comunale, banditi distintamente, dovranno pervenire entro le ore 12 del 31 gennaio al servizio protocollo del Comune di Lecco. L'apertura delle buste contenenti le offerte è fissata per mercoledì 1 febbraio 2017 a partire dalle ore 10:30.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

23 Ottobre 1956 migliaia di dimostranti ungheresi protestano contro le influenze e l'occupazione sovietica della loro nazione (la Rivoluzione ungherese verrà stroncata il 4 Novembre)

Social

newTwitter newYouTube newFB