Milano, 05 marzo 2018   |  

Lungo pomeriggio al Pirellone in attesa della "consacrazione" di Fontana

di Silvano Guidi

Sono 1556 i candidati alla carica di consigliere regionale: la parte del leone spetta a Milano con 470 aspiranti, mentre Lecco ne mette in campo 68. Presumibilmente la maggioranza si aggiudicherà 48 seggi e la minoranza 31.

pirellone2

Il via ufficiale sarà alle ore 14, quando inizierà lo spoglio per le Regionali; ma al Pirellone la grande kermesse è già iniziata con l’apertura della sala stampa, l’arrivo di giornalisti e cineoperatori, l’accensione dei monitor per seguire in diretta lo scrutinio che proclamerà il nuovo governatore della Lombardia e l’elenco dei consiglieri eletti ripartiti in 48 (per la maggioranza) e 31 (per la minoranza).

Sono 1556 i candidati alla carica di consigliere regionale in rappresentanza di 19 liste a sostegno di sette candidati alla presidenza. Sull’appoggio di sette liste possono contare sia Attilio Fontana che Giorgio Gori, mentre gli altri cinque candidati Dario Violi, Onorio Rosati, Angela De Rosa, Giulio Arrighini e Massimo Gatti sono sostenuti da una sola lista.

La provincia con il maggior numero di candidati è Milano con 470 in competizione tra loro per 25 seggi disponibili; seguono Bergamo con 188 per 9 seggi e Brescia con 184 per 10 seggi; nella circoscrizione di Monza Brianza cercheranno di aggiudicarsi uno dei 7 seggi disponibili ben 150 candidati, mentre a Varese per lo stesso numero di seggi i candidati sono 144. In corsa 102 candidati a Como per cinque seggi; in 62 a Pavia si contengono quattro seggi; 68 candidati a Lecco, 64 a Mantova e 62 a Cremona competono tra loro per i tre seggi assegnati a ciascuna delle tre circoscrizioni provinciali; infine a Lodi sono 30 i candidati per due seggi disponibili e a Sondrio 32 per un solo seggio.

Ipotizzando una quantità di suffragi regionali in linea con i dati ottenuti dei vari partiti alla Camera, la maggioranza di centro-destra con Fontana presidente si aggiudicherebbe 48 seggi e la minoranza con il soccombente Gori 31 seggi.

La Lega potrebbe contare su 27-28 seggi, Forza Italia su 14-15 seggi, Fratelli d’Italia su 3-4 seggi, la lista Fontana su un seggio e Noi per l’Italia su un seggio.
La minoranza invece potrebbe contare su questa ripartizione: PD e lista Gori 14-15 seggi, Movimento 5 Stelle 14 seggi, + Europa un seggio.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

15 Luglio 1099 i soldati cristiani alla Prima Crociata prendono la chiesa del Santo Sepolcro di Gerusalemme, dopo un difficile assedio

Social

newTwitter newYouTube newFB