Lecco, 07 novembre 2017   |  

L'onorevole Fiano a Lecco per il convegno "Il fascismo non è un'opinione: è un crimine"

Comune, Provincia e Anpi: primo momento di approfondimento e confronto sugli strumenti legislativi esistenti contro l’apologia del fascismo

fiano onorevole

Il Comune di Lecco, città insignita della medaglia d’argento alla Resistenza, la Provincia di Lecco e l’ANPI provinciale di Lecco promuovono il convegno “Il fascismo non è un’opinione: è un crimine” che si terrà sabato 18 novembre dalle 9.30 alle 12.30 presso la sala Don Ticozzi in via Ongania 4 a Lecco.

Durante la mattinata, accompagnata da letture di brani di carcerati e condannati a morte in epoca fascista, ci sarà la possibilità di dialogare con Emanuele Fiano, deputato PD proponente della legge sul reato di propaganda del regime fascista e nazifascista.

Si alterneranno inoltre Valerio Strinati, redattore di “Patria indipendente” e Luigi “Gigio” Rancilio, giornalista di Avvenire.

“La volontà di organizzare questo appuntamento - spiegano gli organizzatori - nasce dall’obiettivo congiunto di Comune, Provincia e ANPI di frenare quei pericolosi fenomeni di apologia, frutto di vuoto di conoscenza, che comportano una tragica sospensione della memoria civile e delle reali responsabilità storiche del fascismo. Fenomeno che oggi si ripresenta in modo preoccupante a livello italiano ed europeo. E’ con questo spirito che invitiamo i partiti, i sindacati, gli studenti, le forze sociali del volontariato e tutti coloro che si riconoscono nei valori della nostra Costituzione, a questo primo momento di approfondimento e confronto sugli strumenti legislativi esistenti contro l’apologia del fascismo, che oggi torna con nuove forme e modalità di espressione. Fermamente convinti che, come ci ricorda Giacomo Matteotti, “il fascismo non è un’opinione, ma un crimine””.

 

download pdf Il programma del convegno

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

22 Novembre 2005  Angela Merkel è il nuovo cancelliere della Repubblica Federale Tedesca, prima donna a ricoprire questa carica in Germania

Social

newTwitter newYouTube newFB