Milano , 29 agosto 2017   |  

Lombardia, vaccinazioni, nessun bambino rimarrà a casa

L'assessore al Welfare di Regione Lombardia, assicura che nessun bambino sarà escluso dal sistema scolastico

Scheda proposta

"L'11 Settembre nessun bambino rimarrà a casa". Assicura l'assessore al Welfare di Regione Lombardia, Giulio Gallera. Regione Lombardia  ha predisposto una procedura che verrà approvata dalla Giunta lunedì 4 Settembre, che consentirà a coloro che non presenteranno alcuna documentazione entro il 10 di usufruire di un percorso che li porti o a recuperare una disattenzione o a superare attraverso un colloquio personalizzata con specialisti dei centri vaccinali, i dubbi e le resistenze. 

La procedura varrà in maniera cogente per gli asili nido, le cui regole di accreditamento sono di nostra competenza e potrà essere fatta propria da tutte le altre istituzioni o enti che hanno competenza sulle scuole materne. A tal fine, per avviare un percorso di condivisione sono stati avviati i contatti con Anci, Assonidi e Fims  e venerdì si svolgerà un ulteriore incontro. 

L'assessore Gallera aggiunge «Sottolineo inoltre che il modello studiato da Regione Lombardia è quello che mira a creare il minor disagio alle famiglie. Ricordo infatti che per i genitori dei bambini in regola con le vaccinazioni basta la presentazione dell'autocertificazione a cui si può accedere tramite i siti di Regione o Ats e Asst o direttamente nelle scuole. Pochi secondi con un sistema senza code o disagi. Per coloro non sono in regola e per i quali la legge prevede la  formale richiesta di prenotazione alla Asl è sufficiente una mail con pec certificata, una raccomandata con ricevuta di ritorno o la richiesta al direttamente al Centro vaccinale. Anche in questo caso pochissimi minuti per essere in regola con le indicazioni ministeriale».

L'orientamento utilizzato è uno strumento rapido, efficace e sicuro. L'invio delle lettere, infatti, in assenza di un'anagrafe vaccinale nazionale, rischia di essere lacunoso vista la difficoltà di recuperare le certificazioni vaccinali di bambini provenienti da altre regioni o Paesi e noi non volevamo commettere inutili errori o creare inutili allarmismi nelle famiglie, così come già avvenuto in altre Regione.

In allegato le schede relative al percorso elaborato da Regione che sarà attivato dal 10 Settembre e dati bambini inadempienti divisi per Ats, Asst e per Nidi, scuole d'infanzia e suole dell'obbligo.

download pdf Scheda proposta

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

22 Gennaio 1506 arriva a Roma il primo contingente di Guardie Svizzere composto da 150 uomini

Social

newTwitter newYouTube newFB