Lecco, 18 maggio 2017   |  

"Lo scopo di una discussione non deve essere la vittoria, ma il miglioramento"

Paolo Trezzi: I leoni e gli squali, insieme ai re, agli alfieri e alla Torre da tastiera non si sono presentati al Mercoledì del Cittadino, o sono stati “schisci”.

logo mercoledi cittadino

Caro Direttore
Ieri ho partecipato all’incontro “Il mercoledì del cittadino”, dove l’Amministrazione incontra la Città, e nello specifico nel gruppo tematico Lecco partecipa, quello su Ambiente, Decoro Urbano e Sicurezza.
Vorrei evidenziare, non tanto i temi trattati e la cronaca spicciola dei lavori, né di questo tavolo tematico né degli altri che sono stati sintetizzati a tutti i presenti al termine della serata. Vorrei invece evidenziare un aspetto interessante, che mi ha favorevolmente colpito. I cittadini.

C’è stato ascolto, dialogo e anche nella critica non è mai mancata l’educazione.
Sono state esposte critiche, si sono avanzati suggerimenti e proposte, si sono ascoltate le possibili soluzioni dagli assessori e dai consiglieri presenti.
Ovviamente la parte della critica ha trovato più cittadini in prima persona ma nessuno, nessuno, ha fatto cadere la critica dentro quel pozzo inutile del lamento. Io ne sono stato favorevolmente colpito.

I leoni e gli squali, insieme ai re, agli alfieri e alla Torre da tastiera non si sono presentati, o sono stati “schisci”.

Credo abbia funzionato lo schema che invece nei gruppi social e nei bar non viene quasi mai volontariamente considerato, cioè quello di passare dal lamento e dalla polemica all'azione e al contributo. Questo indispensabile per riattivare il senso di Comunità.
In alcuni casi, penso frutto degli incontri precedenti, è stato completato il circolo virtuoso: indagare il problema - pianificare la risoluzione - controllare il risultato - usufruire del miglioramento, in altri si è alle prime tappe.

C’è forse una morale culturale che si può cogliere in tutto questo: lo scopo di una discussione non deve essere la vittoria, ma il miglioramento.

Paolo Trezzi

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

23 Giugno 1894 il Comitato olimpico internazionale viene costituito alla Sorbona (Parigi) su iniziativa del barone Pierre de Coubertin

Social

newTwitter newYouTube newFB