Lecco, 25 febbraio 2020   |  

Lo psicologo lecchese Bettiga Garante regionale per l’Infanzia e l’Adolescenza

Guiderà l’Autorità indipendente che si occupa dei diritti del fanciullo secondo i dettami dell’ONU. Bettiga subentra a Massimo Pagani.

IMG 9756

Riccardo Bettiga è il nuovo Garante regionale per l’Infanzia e l’Adolescenza della Lombardia. Lo ha eletto oggi il Consiglio regionale con 54 voti.

Nato a Lecco, 39 anni, è psicologo e psicoterapeuta. Libero professionista, ha svolto negli anni ruoli di consulenza in diversi ambiti: dalla psicologia del lavoro allo sviluppo di progetti d’intervento in ambito scolastico ed educativo.

Docente di Etica e Deontologia della Professione di Psicologo al Corso di Laurea in Scienze e Tecniche Psicologiche e al Corso di Laurea Magistrale in Psicologia Clinica dell’Università degli Studi di Pavia, dal 2014 è anche Presidente dell’Ordine degli Psicologi della Lombardia.

Il Garante regionale per l’Infanzia e l’Adolescenza è un’autorità indipendente istituita con la legge regionale n.6/2009 nel rispetto della Convenzione dell’ONU sui diritti del fanciullo e della Convenzione europea sull’esercizio dei diritti del fanciullo.

Il Garante può proporre agli enti e alle istituzioni che si occupano di minori iniziative per la diffusione di una cultura dell’infanzia e dell’adolescenza finalizzata al riconoscimento deiminori come soggetti titolari di diritti. Segnala inoltre alle autorità competenti ifenomeni di esclusione sociale e di discriminazione dei minori e i fatti costituenti reato o gravi situazioni di danno o di rischio per i minori, raccordandosi con i servizi sociali territoriali.

Nell’esercizio delle sue funzioni il Garante può esercitare i propri poteri coordinandosi con il Difensore regionale e con le altre Autorità di garanzia per quanto riguarda reciproche segnalazioni su situazioni di comune interesse. Riccardo Bettiga subentra a Massimo Pagani.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

8 Aprile 1848 il battaglione San Marco ha il suo battesimo del fuoco a Goito. Lo stesso giorno entra in azione anche il neonato corpo dei Bersaglieri.

Social

newTwitter newYouTube newFB