Lecco, 12 ottobre 2017   |  

L’ex governatore distrettuale Dondè visita il Rotary Club Lecco

Accoglienza dei nuovi soci all’insegna della rivendicazione dei valori e del ruolo sociale del Rotary

IMG 7914

“Servire. Al di sopra di ogni interesse personale e in piena integrità. Questo è il nostro compito, questa la nostra identità – ha dichiarato Gilberto Dondè, ex Governatore del Distretto rotariano 2042, in visita ieri sera al Rotary Club Lecco.

Una serata dedicata ai valori e al compito originario del Rotary International quella del 09 ottobre, quando, oltre alla consueta cena conviviale, si è tenuto un seminario per accogliere i nuovi Soci entrati a far parte dei Club del Gruppo Adda.

“L’intervento del Governatore Dondè ci ha ricordato l’importante e ambizioso compito che come Rotary ci siamo prefissi e che ogni giorno perseguiamo: incidere nella vita quotidiana delle persone, mettendo a disposizione la nostra professionalità e la nostra competenza, per migliorarne le condizioni, guardando soprattutto alle fasce più deboli e svantaggiate – ha commentato Francesca Rota, Presidente del Rotary Club Lecco – La serata di ieri ci ha rilanciati con nuovo entusiasmo nel nostro impegno sociale e civile, che anche quest’anno sarà focalizzato in modo particolare sui giovani, sul rilancio del territorio e sui problemi socio-sanitari più impellenti”.

La serata ha inoltre offerto l’opportunità per fare un primo bilancio del Progetto Fenice, messo in campo dai Club rotariani di tutta Italia al fine di supportare le popolazioni colpite dai terremoti in Centro Italia nel 2016. Al fine di aiutare le comunità di quelle zone a non scappare dai propri territori, il Rotary si è impegnato nella costruzione di due centri polifunzionali, nello sviluppo di strategie di marketing territoriale (per esempio con la registrazione del marchio collettivo solidale “Terremiti”), nell’agevolare l’istallazione della connettività a banda larga e nello stipulare convenzioni con gli Istituti di Credito per accelerare la ripresa dell’economia.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

17 Dicembre 1860 la Camera dei Deputati del Regno di Sardegna viene sciolta per consentire l'elezione del primo Parlamento italiano.

Social

newTwitter newYouTube newFB