Lecco, 05 agosto 2018   |  

Lecco ricorda il cardinale Dionigi Tettamanzi

di Gabriella Stucchi

A un anno dalla morte, tornano alla mente i ricordi dell’Arcivescovo Dionigi nativo di Renate, Arcivescovo di Milano dal 2002 al 2011, che molte volte frequentò la nostra Zona.

tettamanzi

Immagine d'archivio a cura "Chiesa di Milano"

Oltre alle visite ufficiali, come la Visita Pastorale al Decanato di Lecco (febbraio-ottobre 2009), per cui fu redatto un libro “Il volto della Chiesa che è nel Decanato di Lecco”, numerose furono le occasioni in cui si presentò, con l’umiltà che lo caratterizzava.

Semplice nell’espressione, ma di profonda cultura, aveva l’atteggiamento del vero “pastore” che si prende cura di tutte le sue pecore, soprattutto dei più poveri.

Il primato della Parola di Dio segna il suo episcopato: da qui l’intuizione di istituire il nuovo lezionario Ambrosiano, per la cui maggior comprensione mons. Cecchin compose “A ciascun giorno la sua Parola”, sette libri di commento alle letture festive e feriali. Proprio Tettamanzi scrisse la Prefazione al Volume Anno I/I, sottolineando il valore dell’opera “precisa e puntuale”, “itinerario di accompagnamento dell’Anno liturgico, avendo come attenzione specifica i brani della Sacra Scrittura per una fede professata, celebrata e vissuta nell’ottica della missione”.

Molto commovente fu la visita alla Casa del Clero di Villa Aldé a San Giovanni: un incontro fraterno, alla presenza del Vicario Episcopale mons. Giuseppe Molinari e delle suore della Congregazione di S. Francesco Saverio. Ricordi, sorrisi, abbracci, e soprattutto la preghiera, con particolare riferimento ai sacerdoti anziani, ammalati.

Non si può dimenticare l’ultima visita di Tettamanzi nella chiesa del beato Serafino, il 24 giugno 2014: una figura a cui era legato spiritualmente, che proponeva come esempio per i parroci e i sacerdoti.

Un grazie particolare lega la figura del card. Tettamanzi a Resegoneonline. Fu lui, quando nominò mons.Cecchin Prevosto di Lecco, ad esortarlo a far rivivere Resegone, che proprio nel 2007 chiudeva, dopo 126 anni di presenza nel territorio. Grazie alla collaborazione di alcuni amici giornalisti, si organizzò una scuola di giornalismo, per avvicinare giovani, formarli, prepararli, come collaboratori nel territorio lecchese. Così prese vita Resegoneonline, che si affida ora alla protezione del suo ispiratore.

Sono solo frammenti, ma restano fissi nel cuore, perché indicano la vicinanza del Pastore al popolo che gli è affidato, di cui condivide gioie e dolori, sforzandosi con la parola, l’esempio e con le iniziative (cfr. Fondo famiglia-Lavoro) di creare il clima di comunione e di fraternità.

Ora invochiamo la benedizione dell’Arcivescovo Dionigi perché dal cielo ci aiuti ad essere cristiani veri, con il cuore aperto alla luce della Parola e alle ispirazioni dello Spirito, con la protezione di Maria, come lui ci ha insegnato.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

23 Ottobre 1956 migliaia di dimostranti ungheresi protestano contro le influenze e l'occupazione sovietica della loro nazione (la Rivoluzione ungherese verrà stroncata il 4 Novembre)

Social

newTwitter newYouTube newFB