Lecco, 27 gennaio 2019   |  

Lecco Basket Women batte la capolista Galvi Lissone

Una partita perfetta e condanna alla prima sconfitta stagionale gli avversari.

FB IMG 1548616291893

Lecco Basket Women vs Galvi Lissone 64-48 (parziali: 13-10, 27-14, 46-29).

Lecco Basket Women: Buizza 7, Pozzi 5, Frisco 13, Ranieri, Paglia 5, Sanchez, Magni, Ricci 25, Nava 7, Galli, Binda 2, Scumace. All.: Berri.
Galvi Lissone: Magro, Castelli 8, Falasco 2, Maniezzi, Chiappelli 4, Sirtori 11, Pensabene 2, Rapetti 7, Parma 5, Sartori 4, Arosio 2. All..: Ventura.
Arbitro: Arrigoni di Lecco.

Scacco matto alla capolista. Lecco Basket Women gioca una partita perfetta e condanna alla prima sconfitta stagionale la capolista Lissone che ora vanta solo due punti di vantaggio sulle blucelesti. Si è capito sin dalle prime battute che lecchesi erano in palla, determinate e grintose nell'affrontare le prime della classe. Dopo una fase interlocutoria dove Lissone conduce 1-5, la tripla di Ricci da il via alla cavalcata delle lecchesi che nonostante qualche errore ai liberi chiudono il parziale sul 13-10. La difesa non concede nulla a Castelli, faro delle ospitie e Lecco vola in attacco sul 24-12 con Lissone che segna solo 4 punti in 10' con Sirtori.

Le blucelesti sono un orologio perfetto guidate in panchina da coach Berri e vanno al riposo con un rassicurante +13 (27-14). Si riparte subito con la tripla di Sartori, ma è un fuoco di paglia perchè la concetrazione delle lecchesi è impressionante con il vantaggio che tocca i 21 punti con una sinfonia perfetta (44-23). Nell'ultimo periodo Lissone tenta il tutto per tutto con Rapetti che è in fiducia (52-37), ma Lecco non molla e con i canestri di Ricci mette la parola fine alla partita e riapre il campionato. La vetta ora dista solo due lunghezze e dopo una partita del genrere, l'entusiasmo è a mille. Il bilancio del girone di andate dice 10 vittorie e solo 2 sconfitte.

Ora il tempo di festeggiare poi testa sul girone di ritorno con la delicata trasferta di Carnate in programma sabato 2 febbraio alle ore 21. Euforico coach Berri: "Le ragazze sono entrate in campo con grande determinazione e autostima, difendendo alla morte su ogni pallone e non concedendo mai gli uno contro uno. Abbiamo sempre spinto al 100%, mamdandop in apnea le avversarie, che non sono riuscite a sviluppare il loro gioco".

Grande protagonista Ricci: "Prestazione di alto livello di Sandy, cresciuta in maniera esponenziale in questi mesi. Si è rivelata una giocatrice completa giocando in diversi ruoli senza mai dimenticarsi anche l'applicazione in difesa"

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

21 Luglio 1927  ad Adenau (Germania) Alfredo Binda vince il 1º Campionato del mondo professionisti di ciclismo. I primi posti sono tutti italiani: seguono Binda Costante Girardengo, Domenico Piemontesi e Gaetano Belloni

Social

newTwitter newYouTube newFB