Lecco, 02 febbraio 2018   |  

Le parole di fede e di speranza di mons. Franco Cecchin

di Mario Stojanovic

"Facciamole nostre, per la nostra crescita spirituale e non lasciamo che si disperdano insieme alle altre parole inutili del mondo".

cecchin basilica

Oggi, 2 febbraio, festa della candelora, facciamo gli auguri al nostro prevosto mons. Franco Cecchin. Don Franco, come preferisce essere chiamato, compie 75 anni,anche se non li dimostra, sembra infatti il don Matteo della fiction televisiva di Rai1, sempre in giro per la città in bicicletta.

WhatsApp Image 2018 02 01 at 12.37.44Mi piace fargli gli auguri ricordando uno scritto, credo ancora inedito nella sua versione integrale, che mi consegnò nei giorni della Santa Pasqua 2012. Un testo ancora attualissimo che riassume i suoi pensieri, le sue preoccupazioni e le sue speranze per la nostra città.

È gia Pasqua 2012 La crisi economica si aggrava sempre di più colpendo maggiormente le fasce più deboli anche della nostra città di Lecco. Una crisi non solo economica ma anche morale ed esistenziale. Celebrare la Pasqua cristiana significa volgere lo sguardo sul Gesù di Nazareth e ravvivare la consapevolezza che Dio non ci abbandona. Se Dio è per noi chi sarà contro di noi? Egli non ha risparmiato suo figlio, ma lo ha dato per tutti noi, come non ci donerà ogni cosa, insieme con lui?

WhatsApp Image 2018 01 06 at 18.45.18Lecchesi non deponiamo la speranza. Ai governanti chiediamo una riduzione delle tasse, delle spese e dei privilegi. Chiediamo un sostegno maggiore alle famiglie e ai giovani. A noi cristiani e alle persone di buona volontà spetta l'impegno di una vita più sobria e di una solidarietà più coraggiosa e responsabilizzata,con la certezza che la parola ultima, sulla nostra esistenza, l'ha data e la dirà il Risorto crocifisso. Percio diamo il meglio di noi stessi, mettendo in atto le nostre potenzialità e facciamo rete insieme con il signore Gesù, trasformando l'attuale periodo di crisi, che ancora perdura,come un opportunità di crescita spirituale e di carità fraterna.

Sono purtroppo di grande attualità le parole di Monsignore, facciamole nostre, per la nostra crescita spirituale e non lasciamo che si disperdano insieme alle altre parole inutili del mondo. Forse è questo il miglior regalo per il suo comoleanno.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

24 Febbraio 1990 a Roma muore Alessandro Pertini detto Sandro (era nato a San Giovanni di Stella il 25 Settembre 1896), settimo presidente della Repubblica Italiana, in carica dal 1978 al 1985.

Social

newTwitter newYouTube newFB