Lecco, 16 febbraio 2021   |  

L'Arcivescovo Delpini apre celebrazioni centenario scuola di arte sacra

Due eventi rendono omaggio ai 100 anni della “Scuola Beato Angelico” di Milano.

Scuola Beato Angelico 680x382

crediti Chiesa di Milano

Questa sera, martedì 16 Febbraio, dalle ore 18 nel corso del webinar «Per la bellezza della casa del Signore» sarà ripercorsa la storia dell’istituto di arte sacra. Intervengono tre giovani studiosi - Marco Cavenago, Francesco Galli, Jacopo Ambrosini -, il presidente della Fondazione di Culto “Scuola Beato Angelico” e vicario episcopale monsignor Luca Bressan, la superiora della Famiglia religiosa Beato Angelico, suor Celina Duca, e il direttore don Umberto Bordoni. Per partecipare al webinar occorre iscriversi mandando una mail a info@fondazionesba.it.

Giovedì 18 Febbraio, alle 17.30, nella Chiesa della Trasfigurazione a Milano (via San Gimignano, 19), in occasione della memoria liturgica di fra Giovanni da Fiesole, detto il Beato Angelico, monsignor Mario Delpini, Arcivescovo di Milano, presiederà la celebrazione eucaristica di apertura dell’Anno centenario.

Nata nel 1921 per iniziativa del sacerdote ambrosiano Giuseppe Polvara, che intendeva creare a Milano un luogo di formazione e di produzione dell’arte per la liturgia, la “Scuola Beato Angelico” è oggi una fondazione di culto legata alla Diocesi di Milano. Fedele alle sue origini, la scuola è un luogo aperto alla frequentazione di artisti, ricercatori, professionisti, studenti e appassionati nei vari campi delle arti, con particolare attenzione all’arte cristiana. Nel suo secolo di attività, l’istituto ha sviluppato competenze in molteplici campi di azione: la ricerca scientifica, lo studio accademico, la progettazione architettonica, la coltivazione dell’estro artistico, l’attenzione alla musica e al teatro, la copiosa produzione di diversificati laboratori artigianali, la vita liturgica, la pubblicistica, l’approccio pastorale, l’impegno formativo.

La scuola è molto apprezzata per i suoi laboratori in diverse discipline (Architettura, Cesello, Ricamo, Pittura e Restauro) nei quali collaborano professionisti e le stesse suore della Famiglia del Beato Angelico, creata dal fondatore dello stesso istituto per accompagnarne lo sviluppo. La fondazione edita, inoltre, la rivista Arte Cristiana, punto di riferimento per studiosi di storia dell’arte ed esperti del settore e offre corsi di formazione sul turismo religioso, le arti applicate e l’adeguamento liturgico, in collaborazione con la Conferenza episcopale italiana.

«Ultimamente stiamo investendo sui giovani per consolidare, allargare e continuare a formare una équipe di professionisti appassionati dell’arte cristiana e capaci di collaborare a progetti innovativi», spiega il direttore don Umberto Bordoni.

«La Scuola Beato Angelico e, all’interno di essa, la nostra Famiglia – aggiunge suor Celina Duca, superiora della famiglia religiosa Beato Angelico - ha sempre esercitato il suo ministero nella terra ambrosiana in una Chiesa che media tra culture e tradizioni, autrice e custode di un rito in cui Oriente e Occidente si incontrano».