Lecco, 25 ottobre 2017   |  

L'Alde si prepara a festeggiare i 30 anni raggiungendo i 1000 soci

Nel corso degli anni ha finanziato il centro trasfusionale, la ricerca e ha promosso la cultura della donazione.

gianluca castelnuovo

Il professor Gianluca Castelnuovo

L’Alde (Associazione Lariana Donatori Sangue, Emocomponenti e Midollo Osseo) si appresta a festeggiare i 30 anni di attività (1989-2018) raggiungendo l'importante risultato di mille soci. Numeri importanti per una piccola associazione nata nel territorio lecchese intorno al Centro Trasfusionale dell’Ospedale di Lecco.

Ne parla con giustificato orgoglio il presidente dell'Alde prof. Gianluca Castelnuovo, docente alla Cattolica di Milano e clinico presso l’IRCCS Istituto Auxologico Italiano: «1000 soci e 500 donatori che si sono alternati negli anni, di cui più di 300 attivi in questo anno 2017, sono una grande soddisfazione per una piccola realtà che fa grandi cose nel territorio: sostegno alla ricerca scientifica in Ospedale, sostegno a progetti sportivi e culturali locali per la diffusione della cultura della donazione di sangue, finanziamento di borse di studio di biologia, psicologia e medicina sul tema sangue, aiuto al Centro Trasfusionale di Lecco con donazione di attrezzature biomedicali e altre azioni sul territorio, come la Casetta dell’Acqua a Maggianico».

Un realtà che ha saputo fare rete anche con gli altri attori del territorio: «Nel 2011 – continua il professor Castelnuovo - siamo riusciti a mettere d’accordo tutte le principali associazioni nazionali sul tema sangue, organi e midollo osseo (tra cui AVIS, FRATRES, FIDAS, AIDO e ADMO) per scrivere un libro su tali temi (“La donazione in Italia”, Springer Editore, 2011), sensibilizzando la popolazione italiana e riconoscendo a Lecco, alla sua Provincia e alle associazioni Avis e Alde un modello di riferimento per le altre realtà territoriali».

Una realtà nata per una precisa esigenza del centro trasfusionale, dall'impegno del dottor Erba e del dottor Tavola: «Nell'ultimo anno i nostri soci hanno effettuato circa 900 donazioni, parliamo del 5% del totale, ma manteniamo la nostra caratteristica di avere un contatto diretto con centro trasfusional. Un grazie per questi risultati raggiunti va a tante persone, a tutti i volontari e collaboratori, alla sig.ra Maria Ghislanzoni e al dott. Mario Tavola, primo Presidente dell’Alde e ora primario nel nostro Ospedale».

Il dott. Daniele Prati, Primario della Medicina Trasfusionale a Lecco, evidenzia l'importanza di realtà come l'Alde: «la presenza di un’associazione ospedaliera di donatori è importantissima perché testimonia che l’interesse della donazione nella nostra provincia ha radici fortissime non solo sul territorio, ma anche all’interno dell’ospedale e nel mondo universitario. L'Alde è un motore instancabile nel comprendere e sostenere le nostre esigenze di ricerca e di sviluppo. Molti dei loro ricavi vanno a finanziare attività ospedaliere e scientifiche. Ad esempio, l’associazione ha appena finanziato il mio viaggio negli Stati Uniti per il congresso annuale di Medicina Trasfusionale. In tempi in cui è sempre più difficile trovare fondi per la ricerca, sono per noi dei partner sempre attenti ed entusiasti».

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

22 Novembre 2005  Angela Merkel è il nuovo cancelliere della Repubblica Federale Tedesca, prima donna a ricoprire questa carica in Germania

Social

newTwitter newYouTube newFB