Valmadrera, 13 maggio 2018   |  

La Starlight Valmadrera premiata dall’Olimpia Milano

Un premio speciale per gli atleti del minibasket, le ragazze Under 16, l’Under 18, la prima squadra e due ragazzi dello Special Olympics.

DSC 0484

La società valmadrerese è stata invitata alla gara 1 dei Quarti di finale Playoff di sabato 12 maggio in occasione della partita contro il Cantù. Un premio speciale per gli atleti del minibasket, le ragazze Under 16, l’Under 18, la prima squadra e due ragazzi dello Special Olympics.

“La Starlight da due anni aderisce al Welcome Armani Junior Program per diffondere il basket a livello giovanile sia maschile che femminile - precisa il presidente Pino Scelfo -. L’Olimpia Milano ci ha voluto premiare perché nel corso della stagione 2017-2018 siamo stati la società che ha portato più presenze (bambini del minibasket dai 6 ai 10 anni e genitori) sia a vedere le partite Armani oltre che al progetto rivolto ai giovanissimi”. La delegazione valmadrerese non solo ha assistito alla partita, ma al termine ha incontrato i giocatori dell’Olimpia. Foto, autografi e tantissimi selfie per una serata che resterà nel cuore di tanti. “Tutti i partecipanti erano increduli, i genitori davvero contenti per l’opportunità.

Per il prossimo anno intendiamo portare avanti questo progetto: uno stimolo a fare sempre meglio, avvicinare i giovani allo sport e sognare qualcosa che li stimoli a migliorarsi anche nella vita. Sto organizzando un evento sportivo a Valmadrera, coinvolgendo altre società del territorio lecchese, invitando alcuni giocatori dell’Olimpia Milano per una giornata insieme ai nostri piccoli talenti. Un ringraziamento speciale va a tutti coloro che hanno preso parte a questa avventura”. Un futuro in continua crescita quello che si prospetta per la Starlight.

“Intendo portare migliorie al nostro minibasket, come avvenuto nelle giovanili. Fondamentale sarà l’aiuto dei collaboratori e di coloro che vogliono entrare a far parte di questa famiglia. Colgo l'occasione per ringraziare tutte le persone che hanno dato una mano a portare a termine questa stagione sportiva sia atleti, coach, istruttori minibasket, dirigenti che seguono le nostre squadre. Fondamentali i dirigenti che fanno un lavoro anche dietro le quinte in silenzio ma con passione, accanto ai genitori e i nonni che con amore portano i loro figli, nipotini in palestra per farli divertire. Ci spetta una grande sfida con la nascita della nostra squadra maschile di esordienti, primo passo verso la creazione di una prima squadra con tutti ragazzi del vivaio e del territorio”.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

26 Maggio 1986 la Comunità Europea adotta la bandiera europea

Social

newTwitter newYouTube newFB