Lecco, 30 ottobre 2017   |  

La proposta: "Contro Halloween vestitevi da Santi"

di Don Paolo Maria Ventura

"Non possiamo rimanere in silenzio e far finta di niente come Chiesa e come cristiani di fronte al dilagare di questo paganesimo"

La notte dei santi

Oggi troppe sirene ci stanno distogliendo dal Signore e stiamo vivendo una fede che sempre più si affievolisce, langue. Viviamo sempre di più contaminati da una cultura pagana.

In questi giorni molte famiglie e molte persone spendono soldi per Halloween, una ricorrenza di origini anglosassoni e celtiche considerata il capodanno dell’esoterismo e in breve tempo divenuta un’occasione commerciale di festa e sdrammatizzazione del mondo occulto di streghe, maghi e spiriti maligni, associata ad una dimensione diabolica che la Chiesa cattolica da sempre rifiuta.

Ci si immerge sempre più nella cultura della morte rinnegando la cultura della vita e, invece di prepararci a impostare la nostra vita alla santità aiutati dai Santi, nella notte di veglia della solennità di tutti i Santi, ci si vestirà di colori tristi e cupi esorcizzando la realtà della morte.

E’ davvero triste pensare che una tradizione che non fa parte della nostra cultura abbia una così grande eco in modo particolare nelle regioni del nord Italia, pur sapendo che dietro vestiti neri, cappelli a punta, zucche intagliate e riti dal dubbio significato che cominciano tutti con “dolcetto o scherzetto” si compie una celebrazione del MALE.

Non possiamo rimanere in silenzio e far finta di niente come Chiesa e come cristiani di fronte al dilagare di questo paganesimo anche nelle nostre comunità. Da qui l’invito: VESTITEVI da SANTI, anziché da zombie, mostri o streghe! E lasciamoci abbracciare da loro, riflesso della luce di Dio per la nostra vita.

Restituiamo il giusto significato alle giornate che celebrano i Santi e la memoria dei defunti, cercando una alternativa al "via vai" di scheletri, streghette e zombie che la globalizzazione ha portato anche dalle nostre parti. E questa alternativa è la proposta per gli adolescenti di tutta la nostra Diocesi ambrosiana nella «Notte dei Santi 2017» di martedì 31 ottobre, sul tema «Vedrai che città» (maggiori dettagli sul sito della Diocesi www.chiesadimilano.it). La speranza – scrivono i responsabili della PG diocesana – è che il percorso della «Notte dei Santi» possa toccare il cuore dei ragazzi che, di fronte ai contrasti fra ricchezza e povertà, tempo donato e tempo sprecato, sano divertimento e pura evasione, sappiano scegliere ciò che dà significato alla vita e la proietta verso un futuro di felicità.

Vestiamoci da SANTI e non da zucche vuote, le quali dimenticano come la morte sia un atto di fede e non un fenomeno da esorcizzare.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

23 Novembre 1889 il primo Juke box entra in funzione nel Palais Royale Saloon di San Francisco

Social

newTwitter newYouTube newFB