Lecco, 07 gennaio 2018   |  

La pioggia non scoraggia la Befana che puntuale arriva a Lecco

di Rosa Valsecchi

Il maltempo ha causato qualche modifica al ricco programma della giornata, ma la vecchina più amata dai bambini non ha mancato il tradizionale appuntamento del 6 gennaio

BEFANA 2018 LECCO5

Ha sfidato la pioggia e il brutto tempo e non ha mancato il suo annuale appuntamento, pur con qualche inevitabile modifica. Anche Lecco ieri ha salutato l’arrivo della Befana, l’arzilla vecchietta che, come vuole la tradizione, porta dolciumi e regali ai bambini, chiudendo la lunga maratona delle feste. A guastare questo 6 gennaio quest’anno ci ha pensato il maltempo, che ha imperversato fin dal mattino, condizionando non poco il ricco programma di eventi. Saltato il concerto della banda previsto per la mattinata, la Befana ha fatto la sua prima apparizione alla pista di pattinaggio, dove purtroppo, a causa della pioggia, non ha potuto contare su un caloroso benvenuto. Le cose sono andate decisamente meglio nel pomeriggio: era previsto che la Befana arrivasse dal lago a bordo della slitta di Babbo Natale, per poi distribuire caramelle e dolciumi in piazza, ma il maltempo ha costretto Ltm (Lecchese Turismo Manifestazioni) e il Comune di Lecco, organizzatori dell’evento, a rivedere i piani. Il punto di ritrovo è stato spostato nella piazzetta del Centro Commerciale Meridiana, dove la Befana è arrivata a bordo del trenino partito dal centro città. Qui, grazie all’aiuto dei volontari di Telethon e dei City Angel, sono stati allestiti due gazebo per la distribuzione di caramelle e giocattoli ai bambini, i veri protagonisti della festa, che è stata inoltre riscaldata dall’ottimo vin brulè preparato degli alpini della Bonacina Pizzo d’Erna.

Prima di salire sul trenino che l’ha poi portata fino al piazzale della Meridiana, la Befana aveva inoltre portato qualche sorriso e un po’ di divertimento anche alla Casa Gruppo Amici di Belledo e fra le corsie del reparto pediatrico dell’Ospedale Manzoni. Confermato anche l’ormai consueto appuntamento alla caserma dei Vigili del Fuoco di Pescarenico, dove la vecchina più amata dai bambini si cimenta in spericolate peripezie e arrivi mozzafiato. Tradizione rispettata anche quest'anno grazie alla tregua concessa dalla pioggia nel primo pomeriggio, che ha permesso alla Befana di arrivare a cavallo della sua celebre scopa direttamente dal cielo, calata da una carrucola tirata all’interno del cortile della caserma. Una volta a terra la vecchina ha distribuito dolci e caramelle a tutti i presenti.

Insomma, anche se quest’anno il meteo non ha certo dato una mano, la Befana non ha deluso i piccoli lecchesi, contenti di aver passato qualche ora in sua compagnia e di aver salutato insieme a lei la fine delle festività. Un compito, quello di chiudere il lungo periodo di festa, che l’arzilla vecchietta che solca i cieli con la sua scopa magica si divide con i Re Magi, anche loro protagonisti dell’Epifania celebrata il 6 gennaio. Una leggenda addirittura narra che i Magi bussarono alla porta della vecchina per chiedere indicazioni verso Betlemme. Lei si rifiutò di andare con loro, ma si pentì e decise di raggiungerli. Non trovandoli bussò a ogni porta lasciando un dono e sperando che il bimbo di casa fosse Gesù.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

22 Settembre 1499 con il trattato di Basilea la vecchia Confederazione, che ha dato origine alla Svizzera, diventa uno stato indipendente.

Social

newTwitter newYouTube newFB