Lecco, 01 novembre 2017   |  

La nostra Costituzione.it

di Gabriella Stucchi

Un libro interessante, costruito in modo geniale, molto adatto ai giovani e utile anche nel contesto scolastico.

La nostra Costituzione

Giovanni Maria Flick, professore emerito di Diritto penale all’università Luiss di Roma, nelle prime pagine del libro spiega le ragioni per cui ha scritto la «testimonianza» sulla nostra Costituzione.

La prima è la ricorrenza, il 27 dicembre 2017, del settantesimo della sua nascita.
La seconda ragione risponde a cinque domande: chi l’ha scritta; che cosa ha scritto; quando; dove; perché.
La terza ragione è l’attaccamento e la fiducia alla Costituzione dopo aver lavorato nove anni alla Corte Costituzionale per studiarla e applicarla.
L’ultima ragione è il desiderio di far conoscere la Costituzione ai giovani e aprire un dialogo con loro per far vivere e, se possibile, migliorare la nostra Costituzione.

Inizia quindi, in forma semplice, chiara, l’esposizione in cui si ripercorre il momento storico in cui la Costituzione vide la luce, con l’approvazione, la promulgazione e l’entrata in vigore il primo gennaio 1948. Interessante il quadro offerto dell’Italia prima del 1948, in cui era indispensabile ricreare i rapporti sociali delle persone fra di loro e con lo Stato, invitando i lettori (giovani) a interrogare i membri della famiglia, soprattutto i nonni, sui ricordi di quei tempi.

Dopo aver sottolineato che al centro c’è la persona con la sua dignità, si richiama l’uguaglianza tra tutti, che deve essere salvaguardata. Scritta dai rappresentanti del popolo italiano eletti a far parte dell’Assemblea Costituente, si evidenzia il dialogo tra i partiti coinvolti, con lo sguardo rivolto al futuro. Si elencano poi i valori fondamentali della nostra Costituzione, i diritti e i doveri contenuti, tra cui si sottolinea l’accoglienza dei migranti come componente essenziale del diritto alla solidarietà sociale. La Costituzione deve essere osservata da tutti i cittadini oltre che dagli organi dello Stato. Il supremo garante è il Presidente della Repubblica; al suo fianco c’è la Corte costituzionale.

La Costituzione può essere modificata in qualche punto, ma occorrono: una doppia lettura e una doppia approvazione di ciò che viene modificato da parte delle due Camere. Inoltre la maggioranza da parte di Camera e Senato e che anche il popolo sia chiamato attraverso il referendum ad esprimere la sua volontà.

Ciò che può cambiare è il contesto in cui si manifestano i valori, al cui contenuto, insieme ai diritti e ai doveri, l’autore dedica una grande parte, riportando anche frasi significative tratte da autori noti o associazioni. Tra queste, un passo di don Lorenzo Milani sulla libertà di coscienza.

Su ogni argomento l’autore sollecita sempre l’intervento dei lettori, attraverso domande, a cui sono invitati a rispondere, sottolineando che attraverso questo contributo personale si manifesta la propria responsabilità per la costruzione di un mondo nuovo.
Si inserisce la mail: iopenso@lanostracostituzione.it

Si termina con il caldo invito: «Pensaci, la nostra Costituzione è anche nelle tue mani!»
Un libro interessante, costruito in modo geniale, molto adatto ai giovani e utile anche nel contesto scolastico.

Giovanni Maria Flick- La nostra Costituzione.it – Paoline – euro 12.00

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

21 Luglio 1927  ad Adenau (Germania) Alfredo Binda vince il 1º Campionato del mondo professionisti di ciclismo. I primi posti sono tutti italiani: seguono Binda Costante Girardengo, Domenico Piemontesi e Gaetano Belloni

Social

newTwitter newYouTube newFB