Milano, 07 dicembre 2016   |  

La montagna tra le mete preferite per il ponte dell'Immacolata

Saranno 7 milioni gli italiani che si metteranno in viaggio in questi giorni.

bobbio neve

 Quasi 7 milioni di italiani, oltre l'11% della popolazione, sono pronti a mettersi in viaggio per il ponte dell'Immacolata, il 12.9% in più rispetto all'anno scorso.

La stragrande maggioranza resterà nel Belpaese, scegliendo soprattutto le località d'arte, grandi e piccole, o le mete montane. In crescita anche il giro d'affari, pari a 2 miliardi (+25% rispetto a un anno fa). Sono le consuete previsioni di Federalberghi, che con il presidente Bernabò Bocca parla di "segnale positivo", ma insieme sottolinea la "grande preoccupazione per il rischio tangibile che la crisi di governo e la conclusione anticipata della legislatura azzerino il cronometro delle misure di rilancio del turismo".

"Le imprese - fa notare Bocca - attendono da tempo la definizione di alcuni provvedimenti concreti per il rilancio del settore, primi tra tutti quelli in materia di contrasto all'abusivismo ed all'evasione fiscale, sviluppo del mercato (liberalizzazione dei servizi ancillari) e tutela della concorrenza (parity rate). Per non parlare del piano strategico del turismo in corso di approvazione, che si appresta ad essere strangolato nella culla, bissando quanto accaduto con l'analogo piano elaborato nel 2013".

IL 'PONTE' IN ITALIA O ALL'ESTERO? - In base all'indagine realizzata da Federalberghi - con il supporto tecnico dell'Istituto ACS Marketing Solutions, con interviste telefoniche dal 28 novembre al 3 dicembre - saranno oltre 6,9 milioni (rispetto ai 6,1 milioni del 2015) gli italiani in viaggio nei prossimi giorni, che dormiranno almeno 1 notte fuori casa per turismo, segnando un +12,9%. Il dato assoluto equivale all'11,4% della popolazione tra maggiorenni e minorenni. Il 93%, pari a circa 6,4 milioni di italiani, rimarrà nel Belpaese, mentre il 7%, pari a quasi 479 mila italiani, andrà all'estero, scegliendo per la quasi totalità le grandi capitali europee.

LE LOCALITÀ PIÙ GETTONATE - Saranno le località d'arte maggiori e minori le più frequentate durante il ponte. Il 35% (rispetto al 32% del 2015) di coloro che si muoveranno (pari a 2,4 milioni di italiani) le preferiranno ad altre mete. Il 32% (rispetto al 36% del 2015), pari a 2,2 milioni di italiani, andrà in località montane. Il 10% (rispetto al 12% del 2015), pari a 700 mila italiani, si recherà in località di mare ed un 4% (pari a 290 mila italiani) coglieranno l'occasione per ritemprarsi rispettivamente in località lacuali e termali/benessere.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

23 Marzo 1848 il Regno di Piemonte dichiara guerra all'impero austriaco: è l'inizio della Prima guerra di indipendenza

Social

newTwitter newYouTube newFB