Milano, 23 maggio 2017   |  

La moda è mobile

di Marisa Gorza

Creatività, funzionalità e grande qualità: il connubio tra moda e arredamento riparte dai pilastri del made in Italy

ARMANI CASA

MG 0092Giornate, quelle del Salone del Mobile milanese (in scena lo scorso aprile) in cui l'intera città viene coinvolta da grandi entusiasmi, da fermenti e fremiti creativi che vanno ben oltre i padiglioni fieristici, le exhibition e le location ufficiali. O meglio, una serie di eventi, happening, incontri e presentazioni concomitanti che portano l'arredo per le strade, i cortili storici, i quartieri e i vari distretti di una Milano ospitale e accogliente più che mai. Si tratta del Fuori Salone, figlio cadetto che attrae almeno quanto l'importante primogenito della famiglia dell'addobbo e della mobilia per la casa, nel quale si inseriscono pure le firmatissime proposte dei grandi nomi della moda. Architetti, ideatori, esteti, maestri d'arte e del bel vivere, eccoli riuniti in un grande crogiolo, tutti a inventare, disegnare, proporre. Del resto, per definizione, chi progetta...guarda avanti. Le congiunture negative causano senza dubbio ferite profonde, tuttavia le idee possono perfino innescare piccole, gradevoli rivoluzioni nelle abitudini e nella cultura del consumatore. Perché è proprio nei momenti di crisi che l'habitat viene vissuto come rifugio, come luogo dove staccare la spina e ritrovare le energie e se' stessi.

 

Casa dolce Casa

Torna a proposito l'assioma “Casa dolce Casa”, sia che si tratti di un palazzo o di un bilocale, la propria abitazione è sempre più percepita come il classico focolare. E non solo per chi vive in famiglia, ma anche (e specialmente) dai single. Altrimenti come si spiegherebbe che in tempi in cui falcidiamo le spese per gli spassi, non rinunciamo a rendere confortevole l'alloggio? La casa può certamente dare un po' di coccolante ristoro. E siccome è tempo di stare uniti e fare squadra, anche le Grandi Firme si raggruppano in un calendario per estendere ai nostri habitat le loro proposte, fatte di buon gusto e buon umore. Anzi, durante la fatidica settimana milanese 33 noti brand hanno dato vita ad un totale di ben 50 eventi Design. Così per mettere in luce le due eccellenze della creatività e il loro ormai noto connubio. L'iniziativa, arrivata alla decima edizione, si chiama appunto MilanoModaDesign. Gli stilisti e i brand sono gli stessi, l'impronta inconfondibile sta ai vestiti quanto ai mobili e alle svariate suppellettili: concept e impegno sono paralleli. Con la piccola differenza che ai defilé ci entra solo chi ha il prezioso invito, mentre per gli happening dell'arredamento le porte sono aperte quasi a tutti.

 

7 versatili e firmatissimi highlight

Tramonta l'ostentazione, il lusso fine a se' stesso, l'attenzione punta al prodotto, alla sua funzionalità. Seducono oggetti d'arredo fatti per durare e capaci di suscitare calore ed emozioni a cui si aggiunge la sostenibilità.

1 Ogni oggetto firmato da Giorgio Armani esprime una nuova energia che nasce dalla rielaborazione di riferimenti tradizionali coFENDImbinati con i linguaggi della contemporaneità. Così la mobilia e i complementi di Armani/Casa diventano pezzi iconici, tra i quali la Logo Lamp, il paravento Levante, il mobile bar Riesling e i tavolini a ponte Seine. Ne' possiamo trascurare il letto Morfeo e se il nome parla di sonni indisturbati, la sua struttura è costituita da un unico solido elemento dalla testiera alla pediera. Metalli e lacche si abbinano a materiali naturali sapientemente trattati, mentre forme lineari ed essenziali alludono ad un lusso segreto, tutto da scoprire.

2 Dall'Arizona alla California c'è l'autostrada americana che si srotola tra terre desertiche, un panorama spoglio, ma ricco di possibilità. Difatti vi sorgono casse basse fuse con l'aspra natura, rifugi con interni pieni di calda ospitalità e comfort. Da queste prende ispirazione Diesel Living per ambienti scherzosamente massimalisti, tuttavia funzionali e che inducono ad una edonistica sosta. Materiali come il legno, la pietra e il metallo arrivano dalle superfici del deserto evocato da un tavolino rotondo in pelle color rosa che raccoglie sculture dorate da collezionare: un serpente, un teschio umano e uno di lupo...

3 Uno speciale effetto degradé caratterizza il divano Six Shades of Palmer, disegnato da Toan Nguyen per Fendi Casa, conferendogli un carattere morbido, ma deciso. Sei sfumature variano da un intenso rosso passione che, passando dai toni rubino e corallo, arriva a un delicato rosa cipria. Un vero sofà dal carattere forte, perfetta sintesi della personalità eclettica della donna Fendi. Una soluzione creativa che reinterpreta i grafismi tipici della maison su texture tridimensionali e valorizza il cromatismo dei cuscini disposti in un dinamico contrasto. La struttura è componibile e definisce un'ampia e comoda seduta angolare. Un arredo pensato per una residenza esclusiva ed intima.

4 La griffe Louis Vuitton mantiene sempre viva la tradizione del creare articoli da viaggio, memore dei suoi albori di valigeria artigianale. Objects Nomades che “fanno casa” ovunque il raffinato viaggiatore si trovi, come l'iconico Baule Letto realizzato nel 1874 per l'esploratore francese Pierre de Brazza. Ogni oggetto incarna l'amore per la materia prima naturale, l'equilibrio delle proporzioni, la meticolosa lavorazione. Valori trasferiti pure nelle nuove 10 creazioni tra le quali spicca il soffice divano ispirato alla conchiglia tra le nuvole, dipinta dal Botticelli che si schiude per la nascita di Venere. Oppure il tavolo-scrivania ripiegabile, talismano della cultura del giramondo. Prova che lo spirito d'avventura della firma LV è sempre vivo.

DIESEL LIVING EDITORIAL 025 Take it Easy si chiama la coinvolgente installazione creata da Angela per MissoniHome, un progetto per portare i visitatori nel “cuore della maglia” a scala ingrandita. Difatti la nuova carta da parati, realizzata in collaborazione con Jannelli&Volpi, riprende l'immagine fotografica di un esclusivo punto maglia disegnato dal grande Ottavio nel 1969. C'è una sottile allusione all'atmosfera del periodo con la scelta del disegno che se ricopre le pareti con i punti a colori vivaci, questi si riflettono sul pavimento rivestito di lamierino a specchio e passa dal vasellame alle lampade da tavolo, ai poster. L'estetica della casa si plasma in nuove sperimentazioni dalla rilassata leggerezza.

6 Come in un sogno d'estate, la stampa Le Jardin dà vita alla nuova linea d'arredo di Versace Home che spazia dal living al dining, alla zona notte. Ci sono voli di farfalle contornati da fiori fantasiosi e arabeschi dorati. Niente spigoli, ma solo rassicuranti linee curve. Toni di blu e rosa accostati all'oro e a un aristocratico grigio. Le farfalle stesse hanno un significato emblematico: quella blu è simbolo di certezza, la gialla è espressione d'amore e di felicità, mentre la viola rappresenta la spiritualità profonda. E la Medusa? Sempre presente, tuttavia più discreta e stilizzata e la sua silhouette diventa una vera e propria seduta. Elegante e versatile.

7 Viaggio, gioco e intrattenimento pure nella collezione di accessori tutti al maschile proposti da Ermenegildo Zegna con l'allusivo nome di Zegna's Toyz. Originali oggetti da scrivania e travel games realizzati con un'inedita stoffa ottenuta dalla tessitura di sottilissime strisce di nappa. Vi è compreso il domino, il porta carte da poker, il game cube e perfino sofisticati accessori multimediali quali cuffie e altoparlanti. Ma l'esclusivo processo manifatturiero che estende la famosa qualità dei tessuti biellesi al mondo della pelle, ha permesso pure la realizzazione di un prototipo di Poltrona Frau. Non solo, l'innovativo materiale, estremamente versatile, promette di diventare il protagonista delle prossime collezioni.

 

Piccoli insostituibili oggetti

Nella propositiva kermesse delle giornate milanesi, si inserisce pure la micro rassegna di FATTOBENE. Piattaforma di ricerca e promozione di oggetti che composition.FATTOBENE.salone2017.300dpiesistono da generazioni, fiore all'occhiello di una produzione e un packaging storici, parte tangibile della nostra cultura e quotidianità. Oggetti effettivamente “fatti bene” e capaci di resistere alla prova del tempo, scelti per rispondere ad una esigenza del pubblico sempre più sentita: quella di trovare alternative di qualità al consumo “usa e getta”. Non senza un briciolo di sana nòstalgia.

Gli oggetti selezionati, ospitati in un temporary store(ma avremo presto notizie riguardo la continuità) nella zona Tortona, sono stati suddivisi nelle quattro aree della vita d'ogni giorno, cioè cura di sé, scrivania, casa e tempo libero. Uno spazio fra la drogheria e un negozio di souvenir ricercati.

Tra i prodotti in vendita, tutti accompagnati da materiale illustrato che ne racconta vivamente la storia, amati classici come le spazzole, i pennelli e i profumi Acca kappa, la Carta aromatica d'Eritrea, la crema da barba Cella, la colla Coccoina dal profumo di mandorla, l'orologio Cifra 3, la Lavanda Coldinava, le Pastiglie Leone, i quaderni Tassotti, i macina caffè Tre Spade, le saponette Valobra, la cucitrice Zenith e tanti altri.

La loro riscoperta traccia un significativo ponte tra passato e futuro

Salva

Salva

Salva

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

25 Novembre 1992 l'Assemblea Federale della Cecoslovacchia vota per dividere la nazione in Repubblica Ceca e Slovacchia a partire dal 1 Gennaio 1993

Social

newTwitter newYouTube newFB