Monza, 23 marzo 2017   |  

La messa del Papa a Monza: limitazioni sulla Statale 36

Tre svincoli chiusi in carreggiata Nod e tre in Sud nel tratto monzese.

galleria di monza imbocco sud direzione milano

Anas comunica che, sabato 25 marzo 2017, sulla strada statale 36 “del Lago di Como e dello Spluga”, in occasione della celebrazione, presso il parco di Monza, della Santa Messa officiata dal Santo Padre, saranno chiusi al traffico gli svincoli nel tratto compreso tra il km 12,200 e il km 14,050, in entrambe le carreggiate.

Il provvedimento si è reso necessario, su richiesta della Prefettura di Monza e Brianza, per garantire un regolare afflusso e deflusso degli autoveicoli che giungeranno da varie parti d’Italia al parco di Monza.

Gli svincoli saranno interessati dalla limitazione al transito dalle ore 6:30 fino a cessate esigenze e sono tre in carreggiata nord (Svincolo interno alla galleria di Monza per “Monza centro-Piazzale Virgilio”, al km 12,200; Svincolo per “Monza Villa Reale” al km 13,00 e Svincolo per “Monza Viale Elvezia” al km 13,800) e tre in carreggiata sud (Svincolo per “Viale Elvezia” al km 14,050, Svincolo per “Monza Villa reale” al km 13,100 e Svincolo per “Monza centro” al km 12,600)

Si comunica, inoltre, che eventuali modifiche sull’orario di chiusura e riapertura degli svincoli verranno adottate dalla Polizia Stradale in collaborazione con Anas e comunicate alle Polizie Locali dei comuni interessati. Anas provvederà ad installare, nei tratti di strada interessati dall’ordinanza, opportuni sbarramenti oltre ad apposita segnaletica stradale.

Per ridurre al minimo i disagi alla circolazione, è stato individuato un percorso alternativo, che si articolerà lungo la viabilità comunale e provinciale, con le seguenti modalità:

I veicoli in transito sulla carreggiata nord e diretti a Monza dovranno utilizzare l’uscita “Monza Centro q.re San Fruttuoso” al km 10,320

I veicoli in transito sulla carreggiata sud e diretti a Monza dovranno utilizzare l’uscita dello svincolo “Muggiò ex statale 527” al km 13,700

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

27 Giugno 1980 il Dc9 I-Tigi Itavia Ih870, in volo da Bologna a Palermo, partito con due ore di ritardo, esplode nei cieli a Nord di Ustica, 81 le vittime, di cui 13 bambini

Social

newTwitter newYouTube newFB