Lecco, 01 dicembre 2017   |  

La magia del Natale sotto le stelle del Planetario di Lecco

di Stefano Scaccabarozzi

Quattro appuntamenti culturali nella cupola inaugureranno il proiettore potenziato.

conferenza cultura planetario

Loriz Lazzati, Simona Piazza, Gianpietro Ferrario e Mauro Rossetto

Con la nuova gestione del gruppo Deep Space, iniziata lo scorso aprile, il polo astronomico di Palazzo Belgiojoso per la prima volta propone un fitto calendario di iniziative in vista delle festività natalizie. Alle molteplici suggestioni della Natività è dedicato il progetto “Natale nello spazio e nel tempo”, che oltrepassa l'aspetto della divulgazione scientifica con il teatro, la musica e la spiritualità, proponendo quattro appuntamenti di alta qualità e di taglio totalmente diverso l’uno dall’altro.

Grazie al supporto dell'amministrazione comunale l’ingresso ai quattro appuntamenti sarà gratuito e sarà aggiornato e potenziato il proiettore della cupola, con nuove funzionalità che rimarranno ad arricchire l'offerta del Planetario.

Come detto, il programma di “Natale nello spazio e nel tempo” prevede quattro spettacoli con ingresso gratuito sino esaurimento posti (prenotazione non prevista), con inizio alle ore 21.

Si parte il 13 dicembre con “La Stella di Natale”, proiezione e concerto con il coro Aldeia di Bevera: un viaggio tra le canzoni di natale di tutti i continenti, intervallato da pillole di astronomia sulla stella di natale; lunedì 18 i canti tradizione ambrosiani della liturgia natalizia, commentati dal musicologo Angelo Rusconi; il 22 dicembre lo spettacolo teatrale “Tutto nel mondo è mutevole tempo”, reading di Luca Radaelli e Filippo Ughi sul fluire del tempo; giovedì 28 dicembre ore 21, Ronzinante presenta “To be or not to Bibbia”, spettacolo semiserio di rilettura della testo sacro.

Proseguono inoltre le tradizionali iniziative del Planetario: le proiezioni dedicate alla stella di natale sono in programma domenica 17, sabato 23, domenica 24, domenica 31 dicembre e domenica 7 gennaio sempre alle ore 16. Il 16 dicembre invece la proiezione per bambini a tema il Piccolo principe, mentre quella di sabato 6 gennaio, sempre per i più piccoli, sarà dedicata alla befana (doppia proiezione alle 15 e alle 16.30).

Soddisfatto il vice presidente del gruppo astrofili Deep Space Gianpietro Ferrario: «con la nuova gestione è stata ampliata l'offerta formativa, ma soprattutto abbiamo aggiunto tantissime iniziative aperte al pubblico e alla cittadinanza, rendendo l'offerta molto più variegata, con un target allargato. Non solo divulgazione astronomica, ma anche tante altre iniziative: musica, teatro, tematiche con sullo sfondo l'astronomia, rivolte al pubblico più giovane».

Un'offerta ampliata e innovativa, coordinata da Loris Lazzati e fortemente voluta dall'amministrazione comunale, come spiega l'assessore alla Cultura Simona Piazza: «Quella di una cultura a 360 gradi è una sfida che sta dando ottimi risultati, il Planetario anche attraverso le iniziative culturali sta diventando un punto di riferimento per i più piccoli e per le famiglie, oltre che per gli appassionati di astronomia. Questa nuova rassegna è un'iniziativa straordinaria: non si erano mai fatte iniziative per natale legate a linguaggi culturali differenti».

Mauro Rossetto, direttore del Sistema museale lecchese sottolinea invece come con questa rassegna il Planetario diventi sempre più integrato: «I musei non sono solo gallerie d'arte, ma sono i custodi della memoria e dell'identità del territorio anche dal punto di vista scientifico e naturalistico. Con queste iniziative tra letteratura e arte diventa sempre più forte il legame tra il Planetario e le attività degli altri musei che in queste settimane natalizie propongono altre quattro mostre».

download pdf La locandina delle iniziative di Natale al Planetario di Lecco

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

12 Dicembre 1901 Guglielmo Marconi riceve il primo segnale radio transoceanico.

Social

newTwitter newYouTube newFB