Milano, 20 dicembre 2016   |  

La Lombardia fa quadrare conti e risparmi e approva il suo bilancio di previsione

Dal 2011 ad oggi gli stanziamenti sono passati da 71 milioni a 60,5 milioni di €, con una decisa volontà di contenimento. Il Consiglio costa 2,48 € per cittadino lombardo, il valore più basso in Italia e fra i più moderati in Europa

consiglio regionale3

Via libera al Bilancio di previsione del Consiglio regionale per il 2017 . Il provvedimento – relatore il Vice PresidenteFabrizio Cecchetti (Lega Nord) – è stato approvato dall’Aula con i voti di tutti i gruppi ad eccezione del Movimento 5 Stelle che si è astenuto. Il bilancio è di 60,5 milioni e la quasi totalità dei trasferimenti deriva dalla Giunta regionale quale contributo di funzionamento. Il Consiglio contribuisce alla politica di contenimento della spesa della Regione attraverso la riduzione del contributo di funzionamento di mezzo milione di euro rispetto all’assestato 2016. Tale riduzione va ad aggiungersi alla riduzione operata nel 2016 di un milione di euro, oltre a quella del 2015 di un altro milione di euro.

"Un bilancio virtuoso e costruito con l'obiettivo di far combaciare il contenimento dei costi e il funzionamento delle strutture -ha detto il Presidente del Consiglio regionale, Raffaele Cattaneo -. Il provvedimento è stato approvato a larga maggioranza e con nessun voto contrario, segno che la larga parte del consiglio si riconosce nel lavoro fatto fino ad ora".

La previsione di entrata è mantenuta costante per il triennio 2017-2018-2019. In sostanza, in due anni il contributo è stato diminuito di ben 2 milioni e mezzo di euro. Questo dato è stato sottolineato più volte dal Vice Presidente Cecchetti che ha evidenziato come l’Assemblea regionale lombarda a fronte delle “manovre finanziarie varate dal governo centrale negli ultimi anni che prevedono tagli pesanti alle Regioni, e in particolare alla Lombardia più delle altre, sia comunque riuscito a fare ulteriori risparmi di spesa e a garantire un corretto funzionamento”. Cecchetti tra le voci più del bilancio più significative, ha ricordato i 507 mila euro stanziati per le borse di studio con i risparmi della politica e tutte le iniziative per i concorsi nelle scuole e gli impegni per la promozione del ruolo istituzionale del Consiglio e per il sostegno agli organi di garanzia. “Questa nostra istituzione – ha detto Cecchetti – costa 2,48 euro per cittadino lombardo, la cifra di gran lunga più bassa di tutte le assemblee legislative non solo d’Italia ma d’Europa”.

Sul provvedimento il Movimento 5 Stelle si è astenuto. Nel suo intervento in Aula il Consigliere Segretario Eugenio Casalino ha parlato di bilancio che “dal punto di vista tecnico-contabile è ineccepibile ma che contiene spese che comunque potrebbero essere ulteriormente ridotte come quelle sui patrocini onerosi e di alcuni eventi”. Per il Consigliere Segretario Daniela Maroni (Lista Maroni) il provvedimento consenta “di indirizzare la governance del nostro ente programmando e destinando risorse nel pieno rispetto degli equilibri finanziari”. Aspetti, questi, ripresi anche dalla Vice Presidente Sara Valmaggi (PD) che ha sottolineato come il bilancio del parlamento regionale abbia subito in questi ultimi anni una diminuzione progressiva, passando dai 71 milioni del 2011 ai 60,5 di quest’anno. “Risparmiare è giusto ma spendere bene è più giusto ancora – ha detto - Le scelte che abbiamo fatto sono state giuste, e questo lo si vede dai conti. Credo che alcune iniziative vadano valorizzate di più come le ricerche e le missioni valutative, che aiutano a lavorare con maggiore qualità, e la promozione di alcuni eventi che riguardano la valorizzazione di Palazzo Pirelli come Palazzo aperto ai cittadini”.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

24 Aprile 2008 a San Giovanni Rotondo (Foggia), la salma di san Pio da Pietrelcina viene esposta alla venerazione dei fedeli.

Social

newTwitter newYouTube newFB