Lecco, 07 gennaio 2017   |  

La Lega Nord annuncia un esposto su Lario Reti Holding

Nogara: Torniamo a ribadire che PD e NCD sono responsabili dei disastri compiuti sulla gestione dell’acqua pubblica nella nostra provincia, che hanno provato i pochi anni un aumento della tariffa imposta ai cittadini fini al 300 %.

flavio nogara stop invasione

Flavio Nogara, segretario provinciale della Lega Nord preannuncia un esposto in merito a Lario Reti Holding dopo il pronunciamento di Anac sulla nullità della nomina a presidente di Lelio Cavallier.

A seguito della delibera ANAC del 30 novembre 2016 che ha stabilito l'inconferibilità dell'incarico di Cavallier e molto altro di significativo, Lario Reti Holding ha diramato una lettera o comunicato di 'chiarimenti' o per meglio raccontare la propria verita’ ai signori sindaci, anche se chi l’abbia scritta non è dato a sapersi visto che non è firmata. È probabile che all’interno dell’azienda regni un po' di confusione e preoccupazione e per non sbagliare nessuno si è preso la responsabilita’ di apporre la firma.

Dal contenuto della stessa si evince la solita supponenza derivante dalla consueta convinzione di aver l’unica verita’ in tasca. Ebbene vorremmo innanzitutto fosse chiaro che la Lega Nord è per la trasparenza e il rispetto delle regole nell’esclusivo interesse del cittadino e delle istituzioni. È per questo che come ci opponemmo nel maggio 2015 alla nomina di Cavallier quale Amministratore Unico di LRH, andremo fino in fondo anche ora.

Allora il Sen. Arrigoni definì la nomina di Cavallier “inopportuna e senza vergona” aggiugendo che “questa nomina è la rappresentazione plastica e cialtronesca di un enorme conflitto di interessi di cui confidiamo gli organi di controllo preposti si prendano cura. E’ del tutto evidente che gli interventi della Corte dei Conti prima sui pasticci del bilancio 2012 Idrolario e sulla non leggittimita' dell' affidamento diretto (ovvero senza gara pubblica) del servizio idrico a Idroservice nell' ' anno 2014 ( affidamento di seguito revocato ) non è stato sufficiente.

È imbarazzante che l’amministratore unico di Idrolario, società che nel corso degli anni è stata deliberatamente portata al dissesto e ha che perduranti contenziosi milionari con Idroservice ( società controllata da Lario Reti ), sia stato nominato alla guida proprio di Lario Reti. Definendo inoltre “immorale questa investitura. Tutto ciò è intollerabile ed è pessimo esempio di amministrazione della cosa pubblica!” “L’accordo PD-NCD (Lombardia Popolare ) alla base di questa operazione è oltretutto avvenuto con arroganza, ignorando l’invito del segretario provinciale della Lega Flavio Nogara ad attendere, opportunamente, l’esito delle prossime elezioni amministrative che potenzialmente sono in grado di determinare una netta variazione della compagine societaria.”

Ora, dopo i chiarimenti, o presunti tali, di LRH si rende necessario evidenziare all’ANAC un punto fondamentale di questa operazione che probabilmente è sfuggito; vale a dire che Cavallier prima di essere nominato in data 3/5/2016 Presidente del Consiglio di Amministrazione di LRH, della stessa Società era stato precedentemente nominato Amministratore Unico in data 12/05/2015, carica ricoperta sino alla nomina di Presidente, quindi tutt'altro che rispettando il c.d. raffreddamento di 2 anni previsto dalla inequivocabile d.lgs 39/2013 visto che a quella data era ancora Amministratore Unico di Idrolario. Un fatto questo di rilievo, che riteniamo possa interessare all’ANAC per un quadro completo della situazione e per adottare eventuali provvedimenti del caso.

Torniamo a ribadire che PD e NCD sono responsabili dei disastri compiuti sulla gestione dell’acqua pubblica nella nostra provincia, che hanno provato i pochi anni un aumento della tariffa imposta ai cittadini fini al 300 %.

La Lega Nord è a disposizione per garantire un cambio di rotta partendo dal contributo che potranno dare i nostri rappresentanti che verranno eletti nel consiglio provinciale che verra’ rinnovato domenica prossima. Anche per questo rivolgiamo l'invito ai sindaci e ai consiglieri comunali di votare la nostra lista, perchè solo così anche l’acqua potra’ finalmente ottenere una gestione trasparente nell’esclusivo interesse dei comuni e dei cittadini.

Flavio Nogara

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

24 Ottobre 1945 viene ratificato dai Paesi firmatari lo Statuto delle Nazioni Unite dando così vita alle Nazioni Unite

Social

newTwitter newYouTube newFB