Lecco, 05 marzo 2018   |  

La Lega lecchese cala il poker: eletti 4 parlamentari

di Stefano Scaccabarozzi

Paolo Arrigoni e Antonella Faggi al Senato; Roberto Paolo Ferrari e Giulio Centemero alla Camera.

centemero ferrari faggi parolari arrigoni

Aria di grande euforia nel tardo pomeriggio di ieri, quando nel punto elettorale della Lega a Lecco si sono tirate le somme di una tornata elettorale che ha visto il Carroccio diventare la prima forza del Centrodestra italiano (17%) e confermare il ruolo guida nel lecchese raggiungendo il 32%.

centemero e ferrariUn grandissimo risultato che è valso alla Lega lecchese l'elezione di ben 4 parlamentari: i senatori Antonella Faggi e Paolo Arrigoni e i deputati Giulio Centemero e Paolo Roberto Ferrari.

Grande soddisfazione è stata espressa dal commissario provinciale Stefano Parolari: «è stata premiata l'intuizione di Matteo Salvini di rivolgersi a tutti gli italiani, chi avrebbe mai pensato di contendere collegi voto a voto in Toscana. Come lecchesi eleggiamo quattro parlamentari che dovranno essere cingia di trasmissione con i cittadini, quattro persone intelligenti, con voglia di lavorare e abbiamo altre persone sul territorio che lavorano e collaborano con loro».

antonella faggi 2018Eletto nel collegio bergamasco ma residente a Merate è l'onorevole Giulio Centemero, responsabile amministrativo federale della Lega che ha voluto mettere l'accento sul fatto che i mercati non siano crollati, come paventato da qualcuno: «Qualche mese fa siamo stati a Londra e con Salvini abbiamo incontrato investitori internazinali: nessuno è spaventato della Lega. Nessuno lo è perché noi siamo populisti nel senso che stiamo come il popolo, non siamo populisti come 5 stelle o Le Pen. La dimostrazione è che abbiamo avuto i migliori ministri dei governi Berlusconi e che governiamo regioni importanti come Lombardia, Veneto e Liguria».

Riconfermato al senato Paolo Arrigoni: «Quello della Lega è un risultato storico, al di là più rosea aspettativa. Un risultato storico ottenuto a livello nazionale, ma anche in Lombardia con Fontana, a Lecco e nelle Marche dove Salvini mi ha voluto commissario e abbiamo raggiunto il 18%. Noi porteremo davvero le istanze delle nostre collettività a Roma, in primi partendo dalla Lecco-Bergamo. Dobbiamo far tornare il nostro Paese alla normalità, portando la rivoluzione del buon senso».

parolari e arrigoniApproda a Palazzo Madama anche l'ex sindaco di Lecco Antonella Faggi: «è stata una campagna elettorale che mi ha visto girare tanto sul territorio, volevo sentire cittadini, ragazzi, imprenditori. Un successo straordinario, merito di un lavoro capillare fatto da anni. Dobbiamo continuare a tenere stretto il territorio anche ora che abbiamo questo ruolo e con Salvini e Fontana traghetteremo questo Paese fuori dallo stagno in cui si trova».

Ha dovuto attendere fino in serata per avere la conferma della propria elezione, ma a Montecitorio ci sarà anche il sindaco di Oggiono Roberto Paolo Ferrari: «I cittadini hanno voluto mandare a Roma una pattuglia forte di leghisti del territorio, tra essi molti amministratori locali. Io ho fatto la mia gavetta all'opposizione, da capogruppo e come sindaco da 9 anni. Manterrò i piedi in questo territorio, ma anzi vorrò girare ancor di più per portare le istanze degli amministratori locali che sono coloro che hanno permesso la tenuta in questi anni di crisi economica e tensioni sociali. Saremo sicuro punto di riferimento per tutti i nostri sindaci, al di là del colore politico».

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

23 Settembre 1943 Salvo d'Acquisto si offre in cambio della vita di 22 civili rastrellati dai tedeschi per rappresaglia contro un attentato compiuto il giorno prima, viene fucilato a Roma, in località Torrimpietra. Riceverà la Medaglia d'Oro al Valor Militare.

Social

newTwitter newYouTube newFB