Lecco, 20 marzo 2019   |  

La nuova Camera di Commercio Como-Lecco è realtà

Alessandro Fermi: “Soddisfatti per questo importante risultato: dall’unione, nuove e importanti opportunità di crescita”

camera commercio

La sede lecchese

Dopo l'incertezza degli scorsi giorni e un percorso lungo due anni, si è completato l'iter istituzionale per la fusione tra la Camere di Commercio di Lecco e Como.

“Sono soddisfatto di questa fusione che arriva dopo oltre un anno di confronti, lavori e condivisioni di intenti. L’operazione riunisce due territori che hanno tantissime ragioni per stare insieme. Sono convinto che nessuno perderà la propria identità, qui si tratta di superare i campanilismi mantenendo i campanili: unendo le forze, crescerà la possibilità per Como e Lecco di lavorare insieme su temi importanti e fondamentali come il turismo. Procedere divisi non poteva certo aiutare, e una simile opportunità non poteva essere persa e nemmeno rallentata a causa della burocrazia. Ringraziamo pertanto il governatore Fontana per aver dato il suo sostegno affinché il processo di fusione potesse andare a buon fine”.

Lo ha dichiarato il presidente del Consiglio regionale Alessandro Fermi, in seguito all’annuncio della firma dell’accordo per l’accorpamento delle Camere di Commercio di Como e Lecco e della pubblicazione del relativo decreto.

Ora, nonostante i timori sollevati negli ultimi giorni, dopo che i giudici del Tribunale amministrativo del Lazio avevano inviato la riforma delle Camere di Commercio all’esame della Corte costituzionale, si potrà avere il via libera all’insediamento del nuovo Consiglio camerale unico, durante il quale sarà eletto il nuovo presidente.

La prima seduta del nuovo consiglio, che dovrebbe eleggere Marco Galimberti di Confartigianato Como come nuovo presidente e Lorenzo Riva di Confindustria Lecco e Sondrio come vice presidente, si terrà il 28 marzo.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

15 Luglio 1099 i soldati cristiani alla Prima Crociata prendono la chiesa del Santo Sepolcro di Gerusalemme, dopo un difficile assedio

Social

newTwitter newYouTube newFB