Lecco, 14 maggio 2018   |  

La devozione popolare lecchese alla Madonna di Lourdes

di Matteo Possenti

Partecipato momento di preghiera nel santuario di Acquate.

Madonna di Lourdes 8 Rol

Più di 100 persone incuranti del maltempo hanno affollato il santuario della Madonna di Lourdes ad Acquate, in occasione del pellegrinaggio cittadino che si svolge a Lecco ogni anno il 13 maggio.

A causa del temporale, infatti, la preghiera dei misteri del Santo Rosario, con la meditazione dei testi del Vescovo Delpini per il Sinodo Diocesano Minore, è stata svolta direttamente nella chiesa, senza la tradizionale processione delle parrocchie da punti diversi. «Chiesa dalle genti», chiesa ambrosiana in stato permanente di missione, migrazioni come occasione di rinnovo della vita cristiana sono alcuni dei temi di riflessione.

Don Franco Cecchin, nel suo intervento finale ha invece portato la meditazione sul senso della preghiera del rosario e della preghiera in genere: «Ho un'età: noi usavamo chiedere con la preghiera, quando avevamo una difficoltà. Oggi spesso tra i giovani c'è insoddisfazione, un desiderio di immediatezza e i cuori sono chiusi. Dio sa ciò di cui abbiamo bisogno, la preghiera non serve a risvegliare Dio, ma noi stessi! Serve a svegliarci dall'incoscienza. Abbiamo bisogno di Maria che ci prenda per mano e ad apra il nostro cuore al torrente di amore di Dio.»

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

17 Agosto 1840 inaugurazione della Ferrovia Milano-Monza

Social

newTwitter newYouTube newFB