Perledo, 07 gennaio 2019   |  

La comunità di Perledo piange Eugenio Carozzi

Mancato improvvisamente all' ospedale di Gravedona, dove era ricoverato da un paio di giorni

FB IMG 1546884199194

Una notizia inaspettata ha scosso oggi (lunedì 7 gennaio) la comunità di Perledo. E' mancato improvvisamente all' ospedale di Gravedona, dove era ricoverato da un paio di giorni, Eugenio Carozzi, da tutti conosciuto come "el Picet".

Con la scomparsa di Carozzi Perledo perde sicuramente un pezzo di storia, un personaggio assai popolare e amico di tutti. Classe 1933 appassionato di moto, cacciatore,pescatore, campione di bocce, raggiunta la meritata pensione, dopo essere stato per molti anni operaio alla "Gilardoni raggi x", si dedicò interamente ai suoi hobby.

La vita di Carozzi venne segnata duramente nel periodo bellico, quando, insieme al padre Giacomo, fu gravemente ferito in un bombardamento dagli aerei da caccia tedeschi "Pippo". Padre e figlio si salvarono riparandosi sotto ad un carro che trasportava legname. Grazie alla sua grande forza di volontà Eugenio riuscì comunque a condurre una vita normale.

Domani (martedì 8 gennaio) alle 14.30 Perledo si stringerà accanto alle figlie Catia e Elisa, alla nipotina Amelie Lina e alle sorelle Elena, Rina e Rosina per dare l' ultimo saluto ad un personaggio tanto amato.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

16 Gennaio 1916 il conte Mario di Carpegna, guardia nobile del Papa, fonda l'Associazione scautistica cattolica italiana - Esploratori d'Italia (Asci), che successivamente, fondendosi con l'Associazione guide d'Italia, si trasformerà in Associazione guide e scouts cattolici italiani (Agesci)

Social

newTwitter newYouTube newFB