Lecco, 06 marzo 2019   |  

La Cgil lancia a Lecco e a Merate lo sportello Orientamento al Lavoro

di Stefano Scaccabarozzi

Un servizio per dare assistenza e consulenza a chi è in cerca di lavoro o necessità di essere riqualificato.

DSCN2364

Francesca Seghezzi, Diego Riva e Marina Fumagalli

Uno strumento per orientare e accompagnare le persone nella ricerca del lavoro, offrendo una panoramica completa delle occasioni di formazione e aggiornamento presenti sul territorio e un aiuto dal punto di vista normativo e contrattuale.

La Cgil lancia lo sportello Orientamento al Lavoro Sol: «Si tratta di un servizio – spiega il segretario provinciale Diego Riva – che vuole parlare con i giovani ma non solo. Ci rivolgiamo alle persone per aiutarle a orientarsi nel mondo del lavoro, mettendole a conoscenza di cosa le aspetta, quali sono opportunità nel territorio, diritti e doveri, contratti nazionali, normative. Anche attraverso corsi di formazione al fine di poter trovare nuove opportunità lavorative. Uno strumento anche per tentare di dialogare con scuola e università».

Un nuovo passo in avanti nell'opera di riorganizzazione della Cgil a causa dei cambiamenti del mercato del lavoro: «A Merate – continua Riva – abbiamo costruito un'operazione importante dal punto di vista della struttura, ottenendo risposte considerevoli sul territorio, basti pensare che il patronato meratese lo scorso anno ha gestito il numero pratiche più alto della Lombardia. Ora ci stiamo organizzando per poter dare risposte sul reddito di cittadinanza, perché non sono stati messi a disposizione dal Governo strumenti per far capire chi ha diritto e chi no. Lo scorso anno avevamo puntato sul Nidil, cioè somministrati, partite iva, ritenute acconto, istituendo una struttura vera e propria. Oggi continuiamo con il Sol per cercare di avvicinarci sempre più ai bisogni delle persone».

Responsabile del nuovo sportello sarà infatti la referente Nidil, Marina Fumagalli: «Vogliamo stare accanto alle persone in un momento difficile come la perdita del lavoro, aiutandole a sviluppare nuove competenze. Aiuteremo nel far chiarezza su obiettivi, limiti, a capire come riqualificarsi per avere un curriculum più spendibili. Al Sol si può rivolgere anche chi ha già un lavoro, per aggiungere competenze in più per cambiare occupazione. Sol lavorerà anche con altre strutture Cgil perché in capo al lavoratore potrebbero esserci più bisogni, come magari il sostegno al reddito perché disoccupato».

Uno sportello che per Francesca Seghezzi risponde alla domanda che chi presenta domanda di disoccupazione è solito fare: “E adesso cosa faccio?”. «Sarà un'assistenza anche molto concreto: dal curriculum, alla ricerca di primo impiego, alla riqualificazione delle competenze, alla verifica della correttezza di eventuali offerte di lavoro. Non va in sovrapposizione con i centri con l'impiego perché loro hanno solo un pezzo dell'offerta formativa del territorio. Obiettivo di Sol invece è quello di mettere in relazione tutti i corsi ed enti di formazione accreditati».

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

20 Marzo 1916  Albert Einstein pubblica la sua teoria della relatività

Social

newTwitter newYouTube newFB