Lecco, 18 dicembre 2016   |  

La Calcio Lecco fa ancora 0, ma convince la prestazione

di Francesco Todeschini

L’innesto di Ronchi ha fatto cambiare marcia ai blucelesti, esordio con gol per Locatelli.

bertolini lecco

Pergolettese – Lecco 3-1

Boschetti (P) al 10’; Carletti (P) al 19’; Locatelli (L) al 53’; Ghidini (P) al 64’.

Anche al “Voltini” di Crema ancora zero punti. Ormai una costante, ma questa volta è diverso. È diverso perché il percorso di crescita del Lecco è evidente: il lavoro di Bertolini e i nuovi innesti stanno costruendo lo scheletro della squadra.

Quella di oggi è stata senza dubbio la partita più bella da quando il club ha iniziato a giocare con i “ragazzini”, se non la più bella della stagione in assoluto. Sul campo della seconda in classifica il Lecco ha dimostrato di avere carattere e anche di avere le carte in regola per raggiungere la salvezza sul campo. L’ingresso di Ronchi al 27’ del primo tempo ha fatto cambiare marcia ai blucelesti, che da quel momento in poi hanno dominato la Pergolettese. L’esterno classe ’96 è stato tesserato in extremis e ritorna così a Lecco dopo l’ottima stagione disputata lo scorso anno.

Ma andiamo con ordine. Come al solito, al primo errore il Lecco paga dazio e incassa il gol dello svantaggio. La reazione è immediata, ma non basta per evitare il raddoppio della Pergolettese. Dopodiché ecco uscire di prepotenza il Lecco, con l’innesto di Ronchi e la rete della nuova punta Locatelli, che segna il gol del momentaneo 2 a 1 alla sesta occasione pericolosa creata dai blucelesti. Un peccato, poco dopo, aver subito la rete del 3 a 1 da corner, dove il Lecco si è dimostrato ancora carente in fase difensiva.

E un peccato, infine, aver subito qualche torto arbitrale di troppo che hanno condizionato il risultato finale. I ragazzi di Bertolini, infatti, lamentano un fuorigioco netto non segnalato in occasione del gol di Carletti e un paio di rigori non fischiati per i falli subiti da Caraffa e da Locatelli.

Una reazione d’orgoglio, una reazione di carattere. Un punto di partenza da cui ripartire, perché il 2017 si apre con gli impegni proibitivi di Monza e Pro Patria. In attesa di poter ri-tesserare il croato Matic, il curatore Mario Motta ha assicurato che durante le festività ci saranno altri colpi di mercato per migliorare la rosa.

Cronaca primo tempo:

è bastata un’incursione centrale per la Pergolettese per trovare la prima rete dell’incontro. A portare in vantaggio i cremaschi è Boschetti, che insacca da pochi passi firma l’1 a 0. Immediata la reazione del Lecco con Meyergue che si divora il pareggio a tu per tu con il portiere. Al 19’ raddoppiano i padroni di casa con Carletti che si ritrova davanti a Salvatori, infilandolo facilmente. Evidente la posizione di fuorigioco del gialloblu, ma non secondo il guardalinee. Bertolini cambia Fiore e inserisce Ronchi, che ritorna a vestire la maglia bluceleste dopo la scorsa stagione. È proprio dai piedi del neo-acquisto che il Lecco crea l’occasione più importante al 38’: palla al centro di Ronchi per Meyergue che da dentro l’area colpisce il compagno Caraffa. A poco dalla fine del primo tempo due altre palle gol per il Lecco: prima con Ronchi che non trova la zampata vincente e poi con Locatelli, il cui tiro viene respinto sulla linea da un difensore.

Primo tempo che sorride alla Pergolettese per 2 a 0, ma con un Lecco pericoloso.

Cronaca secondo tempo:

Riparte forte il Lecco, proprio come aveva chiuso i primi 45 minuti di gioco. Ed ecco al 53’ trovare la rete con Locatelli, che con un diagonale trova l’angolino vincente. 2 a 1 e partita riaperta. Il Lecco insiste con Ronchi e con Caraffa, ma a trovare il gol è ancora la Pergolettese, che da calcio d’angolo passa con Ghidini di testaper il 3 a 1. I blucelesti non sono ancora morti. Meyergue serve al centro per Locatelli che viene “affossato” al momento della conclusione. L’arbitro lascia correre, i numerosi tifosi blucelesti non ci stanno e fischiano il direttore di gioco.

Una bella Calcio Lecco esce sconfitta immeritatamente per 3 a 1.

PERGOLETTESE (4-3-3): Calvaruso; Premoli, Baggi, Ghidini, Brero; Maietti (Xamin dal 70’), Manzoni, Boschetti; Rossi (Pedrabissi dal 63’), Carletti (Dimas dal 46’), Donzelli. A disposizione: Leoni, Armanni, Piloni, Arpini, Piras, Moriggi. Allenatore: Pierpaolo Curti.

LECCO (4-4-2): Salvatori; Benedetti, Garofoli, Marcone, Malvestiti; Meyergue, Colombo, Fiore (Ronchi dal 27’), Disarò (Cattaneo dal 91’); Caraffa, Locatelli (Petullo dal 79’). A disposizione: Santaniello, Karamoko, Loffredo, Porta, Rotanodari, Cesarotti. Allenatore: Alberto Bertolini.

 

Ammoniti: Calvaruso per la Pergolettese; per il Lecco.

Espulsi: Nessuno.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

23 Giugno 1894 il Comitato olimpico internazionale viene costituito alla Sorbona (Parigi) su iniziativa del barone Pierre de Coubertin

Social

newTwitter newYouTube newFB