Lecco, 11 giugno 2018   |  

La “Bottega dell’Arte” di Missaglia in Francia nel 25° della prima mostra

Si tenne dall’11 al 18 luglio del 1993 nella dépendance del castello.

La Bottega dellArte nella Loira

Una qualificata delegazione della “Bottega dell’Arte” di Missaglia ha fatto visita nei giorni scorsi, nell’ambito delle celebrazioni per il ventennale di gemellaggio fra Missaglia e il comune francese de La Roche-Posay nella Valle della Loira, costellata di stagni e laghetti e di incantevoli castelli, proprio a uno dei più bei castelli della zona, quello di Azay-le-Ferron.

Motivo della visita, da parte del presidente onorario Silvano Valentini, del direttore artistico Gerry Scaccabarozzi, del segretario-tesoriere Paolo Giudici, dell’associato pittore di Montevecchia Enrico Conti, di Alba Faltoni e dell’operatore TV Manrico Casali, è stato quello di ricordare degnamente i 25 anni dalla prima mostra collettiva in assoluto svoltasi in quella zona della Francia da parte di artisti italiani, per la precisione dall’11 al 18 luglio del 1993 nella dépendance del castello.

La mostra fu allora organizzata, oltre che dai dirigenti della “Bottega dell’Arte” e dal “Centre Permanent d’Initiation à l’Environment” di Azay-le-Ferron presieduto da Landie Boiseau, anche dall’associazione italo-francese “Atelier d’Art”, con presidente la nota personalità di Jacques Landier della Camera di Commercio di Parigi, scomparso qualche anno fa e principale artefice dei gemellaggi brianzoli con località francesi, da Barzanò con Mézières-en-Brenne a Monticello Brianza con Martizay, da Missaglia con La Roche-Posay a Barzago con Tournon-Saint Martin e a Merate con Buzançais.

Parteciparono a quella storica rassegna nel castello di Azay-le-Ferron 27 artisti, Carlo Elli, Franco Albarello, Angelo Bellini, Timoteo Luisella Bianchi, Clara Bombaci, Adriano Casiraghi, Livio Cazzaniga, Piero Colombo, Silvio Crespi, Paola Dall’Oglio, Raffaella Dell’Orto, Mina D’Ippolito, Roberto Frigerio, Enrico Martarello, Resi Molteni, Giovanni Mora, Costantino Moretti, Sandra Filanti Piffaretti, Rosa Maria Redaelli, Maurizia Sala, Vanni Saltarelli, Gerry Scaccabarozzi, Mario Scarlassare, Perla Segrada, Anna Silenzio, Vincenzo Tarantino e Pio Ambrogio Teruzzi.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

23 Settembre 1943 Salvo d'Acquisto si offre in cambio della vita di 22 civili rastrellati dai tedeschi per rappresaglia contro un attentato compiuto il giorno prima, viene fucilato a Roma, in località Torrimpietra. Riceverà la Medaglia d'Oro al Valor Militare.

Social

newTwitter newYouTube newFB