Lecco, 02 agosto 2017   |  

Invasione di alghe sul lago, De Capitani: "Provincia assente"

di Mario Stojanovic

A Pescate, Garlate e Olginate non basta l'intervento del battello spazzino.

WhatsApp Image 2017 08 02 at 10.47.39

Ancora allarme alghe nelle acque del bacino su cui affacciano i comuni di Pescate, Garlate e Olginate. A causa anche del grande caldo degli ultimi giorni si sono moltiplicate, emanando odori nauseanti. Trascinate dalla corrente le alghe ricoprono anche le rive, un giardinetto e la passeggiata a lago, formando anche una pericolosa crosta indurita. Il problema si sarebbe dovuto risolvere con l'entreta in azione del battello spazino che però è stato visto al lavoro sporadicamente.

WhatsApp Image 2017 08 02 at 10.56.331Dura la presa di posizione del sindaco di Pescate Dante De Capitani: "Sono profondamente deluso di come il battello spazzino stia lavorando nel lago. In dieci giorni a Pescate è riuscito a raccogliere solo una carriola di alghe come si può osservare nel deposito alle Torrette. Il sistema di lavoro con una barca taglia alghe davanti e un recuperatore dietro non funziona, e non serve a nulla con una simile quantità di alghe, è come svuotare il mare con un cucchiaio. Ringrazio l'autorità di bacino di essersi seriamente interessata al problema ma lo scandalo è il disinteresse totale della Provincia che non ci ha messo a disposizione nemmeno le competenze tecniche acquisite in tanti anni di intervento col battello spazzino sulle acque di Garlate".

E ancora: "Il battello lo han sempre messo loro e improvvisamente si sono defilati. E non mi si venga a dire come solita scusa che non hanno i soldi perché le altre province i soldi li trovano e gli interventi li fanno...E' a Lecco che manca progettualità, organizzazione e voglia di fare, basta dire che anche con un'ordinanza contingibile e urgente del sindaco di venti giorni fa ancora non han trovato il tempo per mettere in sicurezza la sp 72 dove si rischia la tragedia ogni giorno. A questo punto non ha senso rimanere in un ente come questo, senza nerbo, senza volontà e senza palle e spero vivamente che i consiglieri provinciali più avveduti stacchino presto la spina a questa inutile Provincia o metteremo in campo noi iniziative volte ad andarcene".

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

17 Agosto 1840 inaugurazione della Ferrovia Milano-Monza

Social

newTwitter newYouTube newFB