Lecco, 09 marzo 2018   |  

Incontro con Paolo Borrometi, giornalista sotto scorta

L’appuntamento con Borrometi apre così la strada che ci porterà verso il 21 marzo

150713629 840b1560 1c9b 4b8f ac58 03fc61bd67c0

Vivere sotto scorta per aver denunciato con il proprio lavoro infiltrazioni mafiose in Sicilia. Protagonista della mattinata di domani, sabato 10 marzo, è Paolo Borrometi, giornalista modicano fondatore della testata online “La Spia”.

Borrometi incontrerà gli studenti a partire dalle 9.30 allo Spazio Il Giglio di Pescarenico, bene confiscato alla mafia e oggi centro di attività e incontro per ragazzi e anziani.

A seguire, dalle 10.30 “Le parole in libertà di uno spione” in sala don Ticozzi, testimonianza alle scuole a cura del Centro Promozione Legalità, con il patrocinio di Comune e Provincia di Lecco, Libera, Regione Lombardia e Ufficio Scolastico provinciale. Al termine dell’incontro moderato dalla giornalista Lorenza Pagano, pranzo da “Fiore-cucina in libertà”, altro bene simbolo della lotta alla criminalità organizzata in città.

L’appuntamento con Borrometi apre così la strada che ci porterà verso il 21 marzo, Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie e quest’anno primo anniversario dell’inaugurazione - e della rinascita - di Fiore.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

21 Giugno 1280, in cambio della libertà, il marchese Guglielmo VII del Monferrato  cede Torino a Tommaso III di Savoia: da questa data la storia della città si legherà a quella dei Savoia

Social

newTwitter newYouTube newFB