Lecco, 25 luglio 2017   |  

Incendio a Bruzzano: continuano i monitoraggi di Arpa

Accertata l’assenza, attraverso dei rilevatori portatili (Pid), di alcune sostanze pericolose quali ammoniaca, idrocarburi, solventi, anidride carbonica e acido solfidrico.

INCENDIO BRUZZANO 3

(credit foto Radio Lombardia)

Arpa da ieri sera sta monitorando con le proprie strumentazioni tecniche la presenza di sostanze inquinanti dopo l’incendio nella ditta di Bruzzano che tratta rifiuti non pericolosi. E’ stata subito accertata l’assenza, attraverso dei rilevatori portatili (Pid), di alcune sostanze pericolose quali ammoniaca, idrocarburi, solventi, anidride carbonica e acido solfidrico.

E’ stato immediatamente installato anche un campionatore ad alto volume. I primi risultati sulla concentrazione di diossine nell’aria saranno disponibili, per le autorità competenti cui Arpa sta dando il massimo supporto tecnico, entro le prossime 72 ore vista la complessità analitica del lavoro di laboratorio.

A breve sarà inoltre installato, in accordo con Ats Milano, un secondo campionatore ad alto volume.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

19 Gennaio 2005 in Somalia,  miliziani musulmani integralisti distruggono completamente il cimitero italiano di Mogadiscio. Dietro il vandalismo probabili interessi edilizi sulla zona.

Social

newTwitter newYouTube newFB