Lecco, 18 febbraio 2020   |  

Incendi boschivi, la Comunità montana ringrazia i volontari

Canepari: A nome di tutta la comunità desidero pertanto ringraziare pubblicamente tutti i volontari

Fabio Canepari, presidente della Comunità Montana della Valsassina, fa il punto sul tema degli incendi boschivi in queste prime settimane dell'anno.

 In sole due settimane si sono verificati sul nostro territorio tre incendi di entità e risvolti differenti in ragione del contesto territoriale in cui si sono sviluppati, tutti rappresentanti un potenziale pericolo per la pubblica incolumità.

Prima in Comune di Barzio, a ridosso della funivia che porta ai Piani di Bobbio, con conseguente fermo dell’impianto ed attivazione del pronto intervento dei volontari della squadra intercomunale di questa Comunità Montana e dei locali Gruppi Comunali di Protezione Civile, con 15 volontari impegnati nelle operazioni di spegnimento.

Qualche giorno dopo, nella stessa giornata si aprivano altri due fronti, uno in Comune di Pagnona a valle della Strada Provinciale 67 della Valvarrone ed uno in Comune di Pasturo, con l’intervento rispettivamente di 50 volontari su Pagnona e 10 volontari su Pasturo.

A nome di tutta la comunità desidero pertanto ringraziare pubblicamente tutti i volontari intervenuti che, con la loro disponibilità e professionalità, hanno contribuito a domare gli incendi e bonificare i terreni interessati dagli eventi.

Colgo inoltre questa occasione per rimarcare una volta di più l’importanza del volontariato nel presidio del territorio attraverso l’attività di prevenzione e di lotta attiva agli incendi boschivi.

 

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

8 Aprile 1848 il battaglione San Marco ha il suo battesimo del fuoco a Goito. Lo stesso giorno entra in azione anche il neonato corpo dei Bersaglieri.

Social

newTwitter newYouTube newFB