Lecco, 29 dicembre 2016   |  
Cultura   |  Lecco

In migliaia per la mostra dei presepi, aperta anche a Capodanno

Numerosi turisti hanno visitato l'esposizione, tra di loro anche una famiglia proveniente dagli Stati Uniti

Presepi2016 112

Anche quest'anno la mostra di presepi e diorami realizzata dalla sede di Lecco dell'associazione italiana amici del presepio in collaborazione con l'amministrazione comunale si conferma un appuntamento di grande successo nel panorama natalizio lecchese.

Migliaia di persone hanno già visitato la mostra prima di Natale e l'afflusso continua ad essere sostenuto in questi giorni di festa. Il presidente dell'associazione commenta così i risultati dell'evento: “ Sapevamo che era un rischio cambiare sede alla mostra dopo 5 anni ed anche il pagamento del biglietto per l'accesso ai locali di Palazzo Paure poteva rivelarsi un deterrente ma, anche se le cantine di villa Manzoni erano molto suggestive, dovevamo assolutamente risolvere i problemi relativi all'accessibilità ed alla climatizzazione dei locali. Nonostante questi cambiamenti il pubblico ha reagito bene comprendendo che la nuova collocazione ha dei costi da coprire, tutti hanno apprezzato il fatto di poter accedere comodamente alla mostra e di potersi godere con calma le 36 opere esposte senza patire il freddo. Siamo inoltre orgogliosi del fatto che tutti si dichiarano estasiati dalla bellezza dei presepi realizzati da artisti lecchesi e lombardi".

Numerosi turisti hanno visitato l'esposizione, tra di loro anche una famiglia proveniente dagli Stati Uniti a sottolineare come il Presepio sia una forma d'arte che unisce tutto il mondo. La mostra resterà visitabile fino al 15 gennaio con orari da martedì a domenica dalle 10 alle 18 (ultimo ingresso alle 17.30) il giovedì anche la sera dalle 21 alle 23.

A Capodanno nonostante la chiusura dei poli museali ci sarà un'apertura straordinaria dalle 14 alle 18. Il biglietto per la sola mostra di presepi è ridotto a 2 € mentre l'accesso alle altre esposizioni del palazzo segue le normali tariffe in vigore.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

30 Marzo 2004 il governo Berlusconi II istituisce il Giorno del Ricordo, in memoria delle vittime delle foibe e dell'esodo degli istriani, fiumani e dalmati

Social

newTwitter newYouTube newFB