Dervio, 10 aprile 2017   |  
Sport   |  Provincia

In 600 alla gara internazionale di orienteering di Dervio

Il respiro internazionale della competizione ha condotto a Dervio atleti di tutto il mondo

orienteering dervio

Quasi seicento atleti da ogni parte del mondo hanno invaso Dervio per la competizione internazionale di corsa di orientamento organizzata sabato pomeriggio dall'associazione sportiva Nirvana Verde. La gara su percorso veloce, valida per il posizionamento nella classifica mondiale, ha visto come vincitori della categoria Men Elite Andrea Seppi (Erebus Vicenza) e Riccardo Scalet (Park World Tour) a pari merito con lo stesso tempo; per la categoria Women Elite la vincitrice è stata l'altoatesina Lia Patscheider (S.C. Merano). Da rilevare un terzo posto per la comasca Eleonora Donadini, in corsa con la Polisportiva Besanese.

La corsa di orientamento è uno sport nel quale gli atleti devono raggiungere nel minor tempo possibile dei punti di controllo detti "lanterne", indicati su una mappa fornita alla partenza, e devono farlo con il solo aiuto di una bussola. La disciplina, che nasce nei boschi, da qualche anno ha raggiunto città e paesi valorizzando le componenti di velocità e precisione nello spostamento tra i vari punti, soprattutto nella versione "sprint" che era appunto la caratteristica della gara di Dervio.

Il respiro internazionale della competizione ha condotto a Dervio atleti di tutto il mondo; in particolare, è stata presente l'intera squadra nazionale bulgara, oltre ai maggiori campioni italiani ed europei. Erano presenti anche diversi campioni o ex campioni mondiali della specialità. Gli iscritti sono arrivati da Australia, Belgio, Bulgaria, Croazia, Estonia, Hong Kong, Finlandia, Moldavia, Norvegia, Rep. Ceca, Ucraina, Svizzera, USA e da oltre 60 società sportive di tutta Italia.

La manifestazione è stata resa possibile grazie al grande supporto del Comune di Dervio che ha messo a disposizione gli spazi e garantito la sicurezza stradale, affermando la sua vocazione sportiva. Il sindaco di Dervio Davide Vassena era presente alla cerimonia di premiazione della gara: "Voglio fare i miei ringraziamenti agli organizzatori e ai partecipanti, che sono arrivati anche da molto lontano e che hanno apprezzato la bellezza del nostro territorio. La cittadinanza ha seguito la gara con interesse e l'amministrazione comunale ha dato la massima collaborazione e disponibilità logistica: auspichiamo quindi che ci possano essere in futuro nuove competizioni di orienteering sul nostro territorio". La gara è infatti stata un buon volano anche per la promozione turistica del territorio. Tutti i partecipanti hanno apprezzato lo spettacolare percorso allestito dagli organizzatori, che partiva dalla pista ciclopedonale sul lungolago per poi portare i concorrenti nelle strette viuzze del centro paese con uno scenografico traguardo allestito presso la piazza del municipio.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

13 Dicembre 1294 papa Celestino V abdica, compiendo il dantesco Gran Rifiuto

Social

newTwitter newYouTube newFB